Nel parco di Palermo, le sculture in bronzo di Alba Gonzales

Print Friendly, PDF & Email

Il mito, la bellezza creativa e la natura: è un dialogo artistico che trae origine dalla confluenza di diverse culture e ha come teatro scenografico i giardini di villa Malfitano a Palermo.


I viali e gli scorci del parco sono diventati il percorso espositivo di “Miti mediterranei” con le sculture in bronzo di Alba Gonzales che resteranno in mostra fino al 30 settembre 2018.

A concepire questo “innesto”, che è anche il titolo di una delle opere, sono stati Emmanuele Emanuele e la sua fondazione “Cultura e arte”. Alba Gonzales, che è stata ballerina e cantante lirica, è nata a Roma ma le sue origini riflettono un incrocio mediterraneo per parte di madre (siciliana con legami greci e spagnoli) e per parte di padre (spagnolo con un ramo di famiglia francese).

Dopo gli esordi legati a una figurazione tradizionale Alba Gonzales ha sviluppato la sua creatività attorno a due temi, Amori e miti con impronta metamorfica e Sfinge e chimere che propone una figurazione con forti componenti fantastiche e erotiche.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

“Cannolo festival”, è sfida a Palermo per il rinomato dolce siciliano
Un Grand Tour per la Sicilia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti