Presentate le prime barche senza pilota, stampate in 3D

Print Friendly, PDF & Email

Una nuova invenzione è in procinto di aggiungersi tra i mezzi di trasporto del futuro: le barche senza pilota, progettate dal gruppo del Massachusetts Institute of Technology (Mit) guidato da Wei Wan. Le barche sono pensate come soluzione ideale per alleggerire il traffico in città.


Le barche senza pilota, facilmente stampabili in 3D, seguono le auto autonome e i taxi volanti nell’ambito della rivoluzione dei mezzi di trasporto.  L’ultima invenzione è stata presentata nella Conferenza Internazionale sulla Robotica e l’Automazione in Australia, a Brisbane, dal 21 al 25 maggio.

Le barche potranno trasportare persone e merci in città ricche di canali, alleggerendo il traffico sulle strade. Possono essere anche programmate per auto-assemblarsi nel giro di poche ore in ponti galleggianti, palchi per concerti e piattaforme per mercati locali. “Alcune delle attività che di solito avvengono sulla terraferma e che disturbano la circolazione nelle città possono trovare temporaneamente posto sull’acqua“, osserva Daniela Rus, fra gli autori dello studio.

Le barche autonome hanno scafi rettangolari di quattro metri per due, equipaggiati con sensorimicrocontrolliminicomputer Gps,  che permettono un’elevata manovrabilità e un controllo molto preciso. I ricercatori le hanno realizzate in circa 60 ore usando una stampante 3D commerciale  e assemblando poi i componenti. La forma rettangolare permette all’imbarcazione di muoversi anche lateralmente e di agganciarsi facilmente ad altre barche, mentre l’algoritmo elaborato dai ricercatori consente di tracciarne la posizione e l’orientamento in modo estremamente accurato e veloce.

Fonte: Ansa

Potrebbe interessarti:

COME SARÀ IL TRAFFICO NEI CIELI DELLE CITTÀ, LA NASA PENSA A DRONI E TAXI VOLANTI

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti