QSmart, la nuova formula per viaggi di gruppo ma anche indipendenti

Print Friendly, PDF & Email

Una nuova formula di viaggio per coloro che cercano un’esperienza sempre più personalizzata mentre sono in vacanza. Il tour operator Quality Group ha lanciato la nuova QSmart per viaggi di gruppo dall’Italia ma, arrivati a destinazione,  con la possibilità di personalizzare la propria vacanza.


QSmart è una nuova formula di viaggio che consente di personalizzare fortemente la propria esperienza e prevede maggiore libertà.

Si alternano momenti di visita previsti e inclusi nel viaggio e altri da vivere secondo gli interessi di una vita o del momento – pur mantenendo i vantaggi di viaggiare in gruppo, come la compagnia degli altri viaggiatori, la sicurezza di un supporto delle guide locali, la serenità di avere prenotati i servizi di base fondamentali, come voli, pernottamenti, trasferimenti e le visite principali.

Alcuni esempi interessati dalla formula QSmart:

  • L’essenza dei fiordi – Un mini-tour di 5 giorni tra i fiordi norvegesi, tra Sognefjord e Hardangerfjord per vedere la bellezza naturale di questi luoghi, facendo attenzione al budget di spesa.
    Da Hardanger, sulla storica Strada 7, si passa da Voss per arrivare all’impressionante cascata di Tvindefossen e poi Gudvangen attraverso Nærøyfjord, e le sue caratteristiche montagne che scendono a strapiombo sul mare. Da Gudvangen si prosegue in traghetto verso Flåm e dopo aver attraversato il tunnel di Læerdal (il più lungo del mondo) sosta alla graziosa chiesa di Borgund, una delle chiese medievali meglio conservate del Paese. Proseguimento verso Sognefjord, chiamato anche il re dei fiordi norvegesi (è il più lungo d’Europa e rientra per di più di 200 chilometri) per raggiungere il paesino di Lærdal, che conta più di 150 casette risalenti ai secoli XVIII e XIX.  La sua maestosità si ammira attraversandolo in traghetto nella tratta tra Fodnes e Manheller e poi per raggiungere il Sunnfjord passando per il ghiacciaio di Boyabreen, e visitare il museo all’aria aperta che si adagia sulle sponde del lago Movatnet. E infine, Bergen, attraversando il fiordo nel punto tra Lavik e Oppdal, con le sue casette colorate sembra voglia far viaggiare nel tempo chi lo visita e al mercato del pesce.
  • “Party Canarie” – Si visitano tre isole delle Canarie, Tenerife, Lanzarote e Fuerteventura, molto diverse una dall’altra. A Tenerife, si vedono, tra gli altri, Garachico, fondata dal banchiere genovese Cristoforo De Ponte dopo la conquista dell’isola nel 1496, Masca, tra grandi montagne e tortuose strade, il Parco Nazionale del Teide, emblema dell’isola e Patrimonio Mondiale dell’Umanità dal 2007. A Lanzarote, immancabili le scenografiche Cueva de los Verdes e Jameos del Agua, la zona vulcanica che offre un paesaggio quasi lunare. E poi le opere di Cesar Manrique, l’architetto-pittore canario era un profondo ammiratore dell’armonia e della grazia della natura, e concepiva l’arte come una semplice decorazione o un abbellimento, dove possibile, della natura stessa. Per finire con le belle spiagge di Fuerteventura, con possibilità di visitare il parco naturale di Corralejo, con le meravigliose dune.
  • “Party Perù 2018” – tour di gruppo che comprende le mete imperdibili del Perù.
    Tra i punti di forza, l’escursione alla Valle Sacra degli Incase visita del mercato indio di Pisaq, dove c’è la possibilità di comprare interessanti oggetti d’artigianato. Si prosegue poi per la Valle Sacra fino alla fortezza di Ollantaytambo, insediamento militare inca di suggestiva bellezza, strategicamente situato a chiusa della valle. Aguascalientes, è punto di partenza per raggiungere in bus la cima della montagna che nasconde la massima espressione culturale e architettonica degli Incas, Machu Picchu. E poi ancora Cusco, l’antica capitale dell’Impero Inca per perdersi tra vie, viuzze, mercati, chiese, conventi, chiostri e musei in poche centinaia di metri di diametro.Da Puno ci si imbarca per una escursione sul lago Titicaca, lo specchio navigabile più alto del mondo, per visitare le isole galleggianti degli indiani Uros, e poi proseguire fino all’isola Taquile, nel cuore del lago, abitata dagli indiani omonimi, ottimi artigiani. Si finisce con Arequipa, conosciuta come “La Ciudad Blanca” per il colore della pietra con la quale sono stati costruiti tutti gli edifici principali del suo centro storico (dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2.000), fondata dagli Spagnoli nel 1540.
  • “Birmania in libertà” – La Birmania adatta ai viaggiatori più autonomi: minima organizzazione e massima libertà.
    Tra i plus: a Yangoon, visita della Shwedagon Pagoda, simbolo della cultura e del credo buddhista,  luogo di devozione e di grande valore artistico. E poi la visita dell’antica capitale Amarapura, situata 11 chilometri a sud di Mandalay, dove si vedranno il monastero di Mahagandayon, abitato da centinaia di monaci, le botteghe di artigianato per la lavorazione della seta ed il famoso Ponte di U Bein, il più lungo ponte realizzato in legno di teak. Bagan,con i numerosi  templi e le pagode, tra cui  la pagoda di Seinnyet Hyima e Seinnyet Ama, il Monte Popa, dove sulla sommità di un vulcano spento a 1.518 metri di altezza si trova un monastero, dimora dei 37 nats, gli spiriti birmani dell’antica cultura animista. Emozionante la navigazione sul Lago Inle, per il paesaggio dove si possono osservare i villaggi su palafitte lungo le sponde popolati dagli Intha, un’etnia che si distingue dai vicini Shan sia per cultura che per dialetto linguistico. Il paesaggio è di suggestiva bellezza caratterizzato da distese di giacinti d’acqua lungo le rive del lago accanto a coltivazioni di fiori, verdura e frutta, da mercati galleggianti e soprattutto dall’insolito sistema di pesca degli Intha che remano con le gambe pescando contemporaneamente con reti a forma di cono tese su telai di bambù.
  • Party Giappone – Un itinerario avvincente, che combina le mete imperdibili del Giapponeai volti inediti del paese del Sol levante. Cominciando con un soggiorno a Tokyo, con opportunità di scoprire questa immensa metropoli. Ci si sposta poi utilizzando i treni proiettile per Shizuoka, Nagoya e Kyoto, con visita di  visita di Miyajima e del suo leggendario santuario dedicato alla dea del mare, e quindi  di Hiroshima e del suo museo e  dei templi, come il celebre monastero buddhista Kiyomizu, in cima alle colline orientali (Higashiyama), dalla cui terrazza di legno si domina la città, e che, soprattutto, è incastonato in un parco di alberi le cui foglie giocano all’arcobaleno. A Koyasan, si dorme in camere in stile giapponese, su futon.
  • Alaska Mosaico, 2018 – Comincia con Anchorage, con  breve visita orientativa della città e dell’Anchorage Museum che conserva l’arte e la storia del Paese, questo viaggio in Alaska. Per proseguire per Seward, punto di partenza per l’escursione al Kenai Fjords National Park. Qui è previsto l’imbarco per la crociera tra fiordi e ghiacciai del Kenai National Park, ammirando l’abbondanza di fauna marina: megattere, otarie, delfini, lontre, pulcinelle, aquile e un’infinità di uccelli marini che abitano gli scogli e le rocce delle coste. A Denali,  Tundra Safari, un’escursione si svolge a bordo di un bus autorizzato con una guida/autista naturalista locale che racconterà le curiosità relative agli animali che popolano questo immenso territorio e illustrerà le particolarità della fauna con il suo fragilissimo ecosistema. E poi a bordo del famoso treno con i vagoni dal tetto trasparente (glass-domed) e partenza per Talkeetna seguendo il corso del fiume Susitna.

Info: www.qualitygroup.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti