Secondary ticketing, Codacons denuncia i prezzi per i concerti italiani di Elton John

Print Friendly, PDF & Email
codacons denuncia prezzi dei concerti di Elton John

Il Codacons denuncia i prezzi spropositati del “secondary ticketing” dietro ai concerti italiani di Elton John, in programma nel 2019, per i quali i prezzi dei biglietti sono schizzati fino a sfiorare i 2.000 euro.


L’associazione torna puntare i riflettori sulla questione del vendita secondaria dei biglietti, con esposti che hanno portato “ad una sanzione dell’Antitrust e all’apertura di una indagine sul fenomeno da parte della magistratura milanese” – annuncia in una nota.

Nonostante manchi più di un anno ai concerti di addio alle scene di Elton John organizzati all’Arena di Verona, i prezzi dei biglietti hanno già raggiunto livelli record – spiega il presidente Carlo RienziSui siti secondari si arriva a spendere fino a 1.755 euro per l’evento del 29 maggio 2019, a fronte di prezzi compresi tra i 69 e i 200 euro sui canali di vendita ufficiali. E i listini del bagarinaggio online sono destinati a crescere ancora col diminuire delle disponibilità di biglietti sul mercato”.

Da qui gli esposti alle Procure di Verona e Milanochiedendo di bloccare la vendita di biglietti sul web a prezzi maggiorati e di accertare illeciti a danno degli utenti, in attesa che le istituzioni adottino le opportune misure per contrastare il fenomeno del secondary ticketing” – conclude Rienzi.

Potrebbe interessarti:

CASO SECONDARY TICKETING, CODACONS SI COSTITUISCE PARTE CIVILE

SECONDARY TICKETING: CODACONS CONTRO DECISIONE TRIBUNALE DI ROMA

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti