Spesa turistica, nel 2017 aumento registrato in tutti i principali paesi

Print Friendly, PDF & Email
spesa turistica 2017, UNWTO

La spesa turistica è aumentata in tutti i mercati principali nel 2017, come evidenziato dall’ultimo World Tourism Barometer dell’UNWTO. Sia le economie emergenti che quelle avanzate hanno registrato una significativa crescita.


Gli Stati Uniti sono il paese che più di tutti ha aumentato la propria spesa turistica, con 12 miliardi di dollari in più; la Cina ha speso 8 miliardi in più, consolidando la sua leadership tra i top spender nel turismo, seguita proprio dagli Usa. 7 miliardi in più per la Russia e 5 miliardi per il Brasile, entrambi in ripresa dopo la modesta spesa degli ultimi anni.

Le forti spese turistiche – sottolinea l’UNWTO, l’Organizzazione mondiale del turismo – riflettono una maggiore connettività, maggiore facilitazione dei visti e una ripresa economica globale.

Tra i paesi top spender, comanda sempre la Cina che ha raggiunto i 258 miliardi di dollari di spesa turistica nel 2017. Nella top 10 rientra la Russia dopo alcuni anni di calo, raggiungendo i 31 miliardi di dollari e l’8° posizione. Dietro gli Usa (2°), forte crescita registrata anche dalla Germania (3° mercato più grande) e dal Regno Unito (4°), entrambe con una spesa aumentata del 3%, e dalla Francia (5°) con un aumento dell’1%. Seguono Australia, Canada e Repubblica di Corea. Chiude la top 10 l’Italia con una spesa in crescita del 6%. La spesa turistica è cresciuta in particolare anche in Svezia (+ 14%) e in Spagna (+ 12%).

Tra le economie emergenti, il Brasile (+20%) sale di otto posizioni  e si classifica al 16° posto con una spesa di 19 miliardi di dollari, seguita dall’India che sale di altre 4 posizioni raggiungendo una spesa di 18 miliardi.

Le economie emergenti svolgono un ruolo chiave nello sviluppo del turismo e siamo molto lieti di vedere il rimbalzo della Federazione Russa e del Brasile e il continuo aumento dell’India, in quanto questi mercati emergenti contribuiscono alla crescita e alla diversificazione del mercato in molte destinazioni ” – ha affermato il Segretario generale dell’UNWTO, Zurab Pololikashvili.

I risultati sono coerenti con l’aumento del 7% degli arrivi turistici internazionali nel 2017. La domanda di viaggi è stata particolarmente elevata in Europa, dove gli arrivi sono aumentati dell’8% lo scorso anno.

Fonte: UNWTO

Potrebbe interessarti:

smart destinations, oviedo 25-27 giugno oviedo

UNWTO, AD OVIEDO LA 2° CONFERENZA MONDIALE SULLE SMART DESTINATIONS

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti