A Torino, una mostra fotografica sui paesaggi del vino

Print Friendly, PDF & Email

Torino. Dopo il clamoroso successo di Roero Days 2018, torna un’altra iniziativa che celebra le bellezze incantate del territorio: la mostra fotografica personale dell’autore Carlo Avataneo.


La Sala Mostre del Palazzo della Regione Piemonte, in piazza Castello 165 a Torino ospita l’esposizione che vanta di ben 34 fotografie che raccontano la straordinaria zona piemontese dalle sorprendenti sfaccettature attraverso i suoi vigneti, le rocche, i castelli, il lavoro e le tradizioni.

Un territorio dove la fiorente coltivazione della frutta (pesche, fragole, ciliegie, albicocche, mele e pere) e la moderna viticoltura, con il nebbiolo, il barbera e l’arneis, fanno volare in alto il nome del Roero nel mondo.

Gli scatti di Avataneo testimoniano un ambiente agricolo ancora autentico, legato alle tradizioni, in cui la mano del contadino si inserisce con armonia, come i filari di vite ordinati sotto la neve o le schiere di alberi fioriti.

Geologicamente il Roero si può definire un dono del Tanaro, il grande affluente del fiume Po che segna per un buon tratto il confine meridionale con le Langhe: è all’origine della morfologia del territorio, costituito in prevalenza da terreni sabbiosi e marne sciolte, e dà vita al suggestivo spettacolo delle Rocche, singolare fenomeno di natura erosiva e alluvionale originatosi circa 200.000 anni fa e oggi ben visibile sotto forma di una profonda spaccatura che taglia l’intero territorio roerino per una lunghezza di una decina di chilometri.

La mostra è visitabile tutti i giorni fino al 27 maggio, dalle 10.00 alle 18.00. 

Con le iniziative organizzate quest’anno” – spiega Francesco Monchiero, Presidente del Consorzio di Tutela Roero – “vogliamo rendere omaggio al Roero e richiamare il pubblico ad ammirare e apprezzare un territorio unico per conformazione geologica, le Rocche. Nella nostra area, inoltre, il paesaggio è arricchito da una grande biodiversità sia in vigneto che nelle altre coltivazioni.”.

 

Fonte: Gheusis

Potrebbe interessare:

Fo.To, 3 mesi di grande fotografia a Torino
Dal 10 al 14 maggio il Salone Internazionale del Libro di Torino

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Spiagge giapponesi: non solo Okinawa

Chi dice ‘spiaggia giapponese’ dice implicitamente Okinawa, ma nei 30.000 km di coste nipponiche, a cercar bene, è possibile trovare spesso la magica combinazione di ...
Vai alla barra degli strumenti