Treviso, una città tutta da vivere e scoprire anche a maggio

Print Friendly, PDF & Email

Treviso. Il 3 giugno nel Museo Santa Caterina chiude i battenti la mostra “Rodin. Un grande scultore al tempo di Monet”, la sola, in Italia, a essere stata inserita nel calendario internazionale per le celebrazioni della scomparsa dell’artista.


Realizzata grazie alla collaborazione con il Musée Rodin di Parigi, la mostra presenta 80 opere totali, di cui 50 sculture tra le più famose e 30 lavori su carta.

Dal “Bacio” al “Pensatore”, dal “Monumento a Balzac” all’ “Uomo dal naso rotto”, dall’ “Età del bronzo” alle maquettes delle opere monumentali, ovviamente intrasportabili o mai completate. “I Borghesi di Calais” e la “Porta dell’Inferno”, tra le tante.

In mostra sarà ripercorsa, anche attraverso lettere e documenti, l’intera vicenda biografica e artistica del grande scultore, tale da collocarlo al centro della situazione in Francia e in Europa tra gli ultimi decenni del XIX secolo e i primi due del XX.

Attenzione particolare verrà data all’influenza che la cultura italiana − da Donatello a Michelangelo a Bernini, ma naturalmente anche il fondamentale rapporto con la Commedia dantesca – ebbe su Rodin nella creazione delle sue opere.

Oltre Rodin

Passeggiando tra antiche strade e dolci corsi d’acqua, è facile scoprire medievali dimore con facciate affrescate che hanno resa celebre la città come urbs picta.

Tra le molte chiese da visitare, non mancate il Battistero e il Duomo di Treviso (con l’Annunciazione di Tiziano), le medievali e bellissime San Francesco e San Nicolò, con gli imperdibili affreschi di Tommaso da Modena.

Al Museo Bailo, sempre fino al 3 giugno, vi aspetta un’altra preziosa mostra su Gino Rossi, e poi oltre cento opere di Arturo Martini, il più grande scultore del XX secolo in Italia. L’ingresso è a prezzo ridotto per chi ha il biglietto della mostra Rodin.

Sempre nel cuore di Treviso, a pochi metri dal Museo Santa Caterina, trovate il Museo Salce, inaugurato proprio un anno fa nell’ex chiesa di San Gaetano, con la straordinaria collezione di manifesti che il suo proprietario, Nando Salce, ha donato allo Stato “perché serva in scuole e accademie […] a studio e conoscenza di studenti, praticanti e amatori delle arti grafiche”.

Eventi

Tra gli eventi che animano Treviso in questi giorni, vi consigliamo: 

  • “Treviso suona Jazz”: il festival, quest’anno alla sua quarta edizione, dal 30 maggio al 3 giugno, propone concerti gratuiti all’aperto, con le Big Band di alcuni Conservatori italiani, spettacoli al chiuso e workshop. I nomi di punta sono certamente quelli di Roberto Gatto, Francesco Bearzatti, Federico Casagrande, Bebo Ferra e Paolino Dalla Porta, ma non mancate di consultare tutto il ricco calendario.
  • Se invece avete voglia di immergervi nelle vivaci atmosfere di bancarelle e mercati, in un’unica grande area formata da due piazze (Piazza Matteotti e Piazzale Burchiellati) a pochi passi dal Museo Santa Caterina, il martedì e il sabato mattina troverete la più ampia varietà di prodotti, locali e non. Mentre in Piazza Giustinian, al mattino del giovedì, venerdì e sabato, si anima il Mercato Campagna Amica, il primo mercato coperto dei produttori agricoli in provincia di Treviso.

Info ultili:

La mostra è aperta tutti i giorni: da lunedì a giovedì dalle 9 alle 18 / da venerdì a domenica dalle 9 alle 19.

Per prenotazioni einformazioni è a vostra disposizione il nostro call center 0422 429999.::

Fonte: Linee d’Ombra

Potrebbe interessare:

Il tiramisù nelle sue diverse versioni Il tiramisù nelle sue diverse versioni
mostra IdentiCity, Made4art, Milano, 30 maggio - 11 giugno 2018 IdentiCity, mostra fotografica al MADE4ART in occasione della Milano Photo Week
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti