Cibi da spiaggia, addio lasagne: gli italiani preferiscono la svolta salutista

Print Friendly, PDF & Email

Cosa si portano da mangiare gli italiani in spiaggia? La risposta arriva da un’indagine Coldiretti/Ixe’ che ha tracciato la classifica dei cibi da spiaggia in occasione dell’avvio della stagione estiva.


Più di un italiano su quattro (27%) porta da casa insalata di riso, pasta, pollo o mare e appena il 5% le tradizionali lasagne. Nella classifica dei cibi da spiaggia seguono poi  la caprese (19%) e la macedonia che sale sul podio con il 18%.

Non manca però chi continua a mettere tra i piatti preferiti le ricette più radicate della tradizione popolare come l’ipercalorica parmigiana ( 6%) o la frittata di verdure o pasta (9%) mentre appena il 3% è affezionato alle gustose polpette. L’attenzione all’alimentazione – sottolinea la Coldiretti – è diventata un obiettivo degli italiani anche in spiaggia dovei si cerca di limitare le trasgressioni per cercare di mantenersi in forma.

I cibi da spiaggia più gettonati tra gli italiani:

27%                insalata di riso, pasta, pollo o mare
19%                caprese
18%                macedonia
9%                  frittata di verdure o pasta
6%                  parmigiana
5%                  lasagne
3%                  polpette
13                   altro o non risponde

La novità dell’estate 2018 in Italia è proprio – continua la Coldiretti – il forte aumento della richiesta di benessere a tavola che si allarga dal supermercato ai ristoranti fino ai pranzi al sacco che tornano prepotentemente tra gli italiani in riva al mare. Anche se non mancano i divieti negli stabilimenti, torna di fatto soprattutto nelle gite in giornata la gavetta con i piatti preparati a casa sotto la spinta di una svolta salutista che porta a scegliere con cura i cibi da consumare.

Gli italiani non sono più mossi solo dal risparmio ma anche dalla ricerca della forma fisica. La frutta e verdura però non solo fanno bene alla salute e difendono l’organismo dal caldo, ma carote, albicocche, meloni, ciliegie sono anche alcuni dei cibi che entrano secondo la Coldiretti anche nella speciale classifica degli abbronzanti naturali in grado di “catturare” i raggi del sole e garantire una tintarella naturale.

I cibi ricchi di vitamina A – che favoriscono la produzione nell’epidermide del pigmento melanina per donare il classico colore ambrato alla pelle – sono d’aiuto per prepararsi all’abbronzatura, come sottolinea la Coldiretti. Il primo posto tra questi è occupato dalle carote che contengono ben 1200 microgrammi di vitamina A o quantità equivalenti di caroteni per 100 grammi di parte edibile. Seguono sul podio radicchi e albicocche e poi cicoria, lattuga, melone e sedano, peperoni, pomodori, cocomeri, fragole e ciliegie.

Fonte: Elaborazioni Coldiretti/Ixe’

Potrebbe interessarti:

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

coldiretti

Vai alla barra degli strumenti