Cinema America, nelle tre arene di Trastevere, Ostia e Tor Sapienza tantissimi i film in programma

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Tre arene, da Trastevere a Ostia passando per Tor Sapienza, per un totale di 201 serate di proiezioni con 190 film, maratone notturne fino all’alba, dibattiti con registi, attori e sceneggiatori, retrospettive, grandi classici e film per i più piccoli. 


Dal primo giugno all’8 settembre arriva ‘Il Cinema in piazza’, il nuovo progetto dei ragazzi del Cinema America, guidati da Valerio Carocci, “esuli” da San Cosimato dopo il braccio di ferro con il Campidoglio che ha inserito nel bando dell’Estate romana la piazza trasteverina, per tre anni location della loro arena.

Con i suoi 80mila spettatori solo nell’edizione 2017, San Cosimato resta il modello “da confermare e migliorare” per i ragazzi che porteranno nelle tre nuove arene, tutte gratuite, personalità di spicco del mondo del Cinema, proprio come avveniva a Trastevere.

Tra tutti, Matteo Garrone, Gigi Proietti, Asia Argento, Marco Bellocchio, Luca Zingaretti, Daniele Vicari, Riccardo Scamarcio, Claudio Amendola e Alba Rohrwacher.

“L’obiettivo è rompere il dualismo tra Centro e periferia“, dice Carocci presentando il programma al Wegil insieme, tra gli altri, al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

“‘Il Cinema in piazza’ è il frutto di un lavoro fatto tra una associazione che ha scelto di abbandonare l’illegalità di una occupazione e costruire qualcosa di duraturo nel tempo. Volevamo restituire il progetto nato a Trastevere e proiettarlo in altri luoghi dove siamo nati e cresciuti. È questa la sfida più grande per noi”.

La rassegna è iniziata il primo giugno nel cortile del liceo Kennedy, la scuola a due passi da piazza San Cosimato (che invece dal bando non ha ricevuto proposte, se non una per una sola serata), dove l’arena del Cinema America resterà fino al primo agosto, mentre dal 9 giugno al 29 luglio un altro schermo illuminerà il Parco del Casale della Cervelletta, a Tor Sapienza. 

Dall’11 giugno all’8 settembre, poi, l’arena sarà anche davanti al mare di Ostia, al Porto turistico di Roma.

“Una sfida importante e significativa”, quest’ultima location, che per Carocci “apre nuovi orizzonti nelle nostre prospettive future”.

“È un programma eccellente, di qualità, per questo motivo abbiamo dato una mano”- afferma Zingaretti- “è un dato oggettivo che Roma senza le rassegne del Cinema America sarebbe molto ma molto più povera, verrebbe meno un polmone culturale che ha segnato la storia di questa città. Per questo dobbiamo dire loro ‘grazie’”.

Qui i programmi completi delle tre location:

 

Fonte: Dire Agenzia

Potrebbe interessare:

Roma, parte oggi il Festival Internazionale delle Letterature
Liberazione Roma, quartiere di Centocelle premiato con la medaglia d’oro

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti