EatPrato, tre giorni di infinite combinazioni di arte e gusto nella città toscana

Print Friendly, PDF & Email

Dall’8 al 10 giugno arriva eatPrato, tre giorni dedicati al food nella città di Prato che per l’occasione diventa un palcoscenico del gusto, in una cornice da paesaggio d’autore. L’evento ha ottenuto il Patrocinio del Mibact e fa parte delle iniziative dell’Anno del Cibo italiano.


EatPrato coniuga il gusto per i buoni sapori con il gusto del bello, lo stile di vita con gli stili creativi, il cibo con l’arte; e lo fa aprendo i musei più importanti della città e del territorio e intrecciando degustazioni e visite guidate.

Un grande giardino nel cuore della città diventa il quartier generale di eatPRATO: si tratta del GIARDINO BUONAMICI che per tre giorni si trasforma in un vero e proprio giardino di delizie esclusivamente con tipicità pratesi wine&food.

Ecco il Trekking Goloso, le degustazioni nei musei con presentazione di libri e piccole mostre estemporanee, le soste nel bookshop del gusto o davanti ad una creazione live dei vignettisti di Prato per poi andare a fare la spesa al mercato secondo un percorso guidato prima del Brunch d’Autore o soffermarsi davanti agli Show Cooking e Food Session con dj.

E ancora, i laboratori per i bambini, FoodArtil cibo come capolavoro in cui creare opere d’arte da gustare o Giochiamoci Prato con i suoi quiz e prove sensoriali, il Biscotto di Prato Live, show pastrying intorno a quello che con le Pesche di Prato, che rappresenta un unicum della pasticceria italiana di tradizione ottocentesca. Previste anche le antiche ricette del convitto Dal 1700 a Gianburrasca con tanto di merenda a base di pappa al pomodoro final; Cammina&Gusta, la cena itinerante per le vie di Prato come un vero insider dei sapori tra piatti e menu a tema; Prato&Stelle, tirando a far mattina e colazione al forno; e le colazioni dei ricordi con i dolci d’un tempo, i dolci di credenza.

Il tutto alternato alle incursioni nel patrimonio artistico: in questi tre giorni, in via eccezionale, si entrerà nei tre musei della città – Palazzo Pretorio, Museo del Tessuto, Centro Pecci – con biglietto simbolico di 1 euro a museo. 

Info: eatprato.it

Potrebbe interessarti:

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

eatprato

Vai alla barra degli strumenti