Si ricercano investitori per l’acquisto e il recupero di Sammezzano

Print Friendly, PDF & Email

Roma. È andata a vuoto l’asta del 30 maggio scorso per la vendita del Castello di Sammezzano, recentemente divenuto uno dei siti culturali più famosi d’Italia grazie all’inserimento nella lista dei 12 monumenti europei più in pericolo d’Europa, istituita da Europa Nostra (la Federazione pan-europea per il patrimonio culturale), e alla vittoria nell’ultimo censimento nazionale “I Luoghi del Cuore” promosso dal FAI-Fondo Ambiente Italiano. Di conseguenza tutta l’area resta in vendita.


Alla luce dell’ennesima aspettativa disattesa (l’area è inutilizzata da quasi 30 anni) il movimento Save Sammezzano ha deciso di intraprendere in prima persona la ricerca di realtà imprenditoriali interessate a mettere in comune risorse e professionalità per acquistare e dare nuova vita al complesso di Sammezzano che comprende il Castello, il grande parco e 13 annessi.

Agli investitori che si dimostreranno seriamente interessati all’operazione, Save Sammezzano fornirà una bozza di progetto per il recupero di tutta l’area e un piano economico.

Entrambi gli elaborati sono stati realizzati da professionisti del settore che hanno analizzato attentamente le potenzialità e individuato i punti di forza di Sammezzano.

I progetti prevedono la messa a reddito di tutta l’area per garantire il ritorno dell’investimento nel tempo. Essi includono anche ricavi da attività culturali e dalla pubblica accessibilità di alcune parti del Castello di Sammezzano, affinché la sua vocazione museale non sia snaturata.

ll progetto di recupero e il relativo piano economico saranno naturalmente modificabili a seconda delle idee imprenditoriali e delle necessità della cordata di investitori che si andrà a costituire. 

Saranno inoltre messe a disposizione tutte le professionalità, la rete di contatti (professionali, politici, accademici e mediatici) e i canali comunicativi di Save Sammezzano in tutte le fasi di sviluppo del progetto.

Grazie alla sua notorietà e vicinanza ad uno dei più grandi luxury outlet d’Italia, il The Mall (che attira nei pressi di Sammezzano quasi 4.000.000 di visitatori l’anno), un progetto di business per il recupero e il rilancio del complesso di Sammezzano si rivelerebbe senza dubbio altamente remunerativo.

I soggetti imprenditoriali seriamente interessati e in possesso delle necessarie risorse economiche e professionali, possono segnalare la propria manifestazione di interesse all’indirizzo email: 
“ info@savesammezzano.com “.

Fonte: da un nota stampa Save Sammezzano

Potrebbe interessarti:

 La città di Tel Aviv in mostra al Maxxi
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti