Le mostre da non perdere questo weekend, da Canova a Shimamoto

Print Friendly, PDF & Email

Anche per questo weekend torna l’appuntamento con l’arte e noi del TgTourism siamo pronti a segnalarvi le migliori mostre dislocate da nord a sud lungo la nostra penisola. Dall’omaggio a Shimamoto, a Palermo, alle immagini di Henri Cartier-Bresson a Bard. 


Qui le mostre più interessanti che spaziano dalla fotografia alla pittura e alla scultura.

AOSTA

Apre il 17 giugno al Forte di Bard la mostra “Landscapes/Paysages”, dedicata al grande fotografo Henry Cartier-Bresson.

Allestita fino al 21 ottobre, l’esposizione presenta 105 immagini in bianco e nero, personalmente selezionate dall’artista, scattate tra gli anni ’30 e ’90 fra Europa, Asia e America.

Al centro del percorso c’è la natura (le immagini sono raggruppate per tema: alberi, neve, nebbia, sabbia, tetti, risaie, treni, scale, ombra, pendenze e corsi d’acqua) colta nei suoi aspetti più emblematici.

MILANO

Dopo i focus sulle opere di Shumon Basar, Elvira Dyangani Ose e Dieter Roelstraete, arriva “Slight Agitation 4/4: Laura Lima”, il quarto e ultimo capito del progetto espositivo concepito dal Thought Council di Fondazione Prada, in programma dal 15 giugno al 22 ottobre.

Attraverso tre opere site-specific, Lima propone nel suo progetto “Horse Takes King” (Cavallo mangia re) un esperimento che, rifacendosi al gioco degli scacchi, crea uno spazio illusorio capace di alterare la percezione ed esplorare i confini tra immaginario e reale.

VENEZIA

Weekend di inaugurazione per “Magister Canova”, la mostra che rende omaggio al più importante interprete del Neoclassicismo.

In programma dal 16 giugno al 22 novembre nella Scuola Grande della Misericordia, il percorso espositivo coniuga il rigore scientifico alla spettacolarità per far immergere il visitatore nel processo creativo di Antonio Canova.

Prima di entrare nelle particolari “stanze” dedicate ad approfondimenti su alcuni aspetti specifici del lavoro dello scultore, il pubblico è accolto da una monumentale installazione site-specific di Fabrizio Plessi.

ROMA

Le immagini e le parole, lo sguardo fotografico e lo sguardo antropologico, l’analisi culturale e l’istinto esplorativo: c’è tutta la complessità del mondo di Fosco Maraini nella mostra “Endocosmo Maraini” allestita dal 15 giugno al 20 ottobre all’Istituto Giapponese di Cultura.

Ripercorrendo, a 80 anni dal primo viaggio in Giappone, l’esperienza vissuta dal grande viaggiatore, etnologo, antropologo, fotografo e narratore italiano, la mostra si articola in 5 sezioni e presenta una selezione di 40 fotografie (bianco/nero e colore) provenienti dall’archivio privato della famiglia e dagli Archivi Alinari.

PALERMO

Gli ambienti di Palazzo Sant’Elia accolgono la mostra “Shozo Shimamoto. Spazio nel tempo” che racconta il percorso completo dell’artista giapponese dagli anni ’40 e ’50 a oggi.

Allestita dal 13 giugno al 6 agosto, l’esposizione presenta ai visitatori gli approdi della ricerca artistica di Shimamoto, dalle prime opere con il gruppo Gutai alle bellissime esplosioni di colore delle opere realizzate in Campania e anche, per la prima volta in Italia, i lavori su carta degli anni ’50.

 

Potrebbe interessare:

Palermo, dal 14 giugno al via “Manifesta 12”
Le nuove mostre del Maxxi da non perdere durante l’estate
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti