Le nuove mostre del Maxxi da non perdere durante l’estate

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Tanti gli appuntamenti culturali del Maxxi per questo mese di giugno, dagli esperimenti di Nino Migliori con i bimbi del Mast alla Green Gallery, un innovativo progetto ecologico esposto proprio nella piazza antistante il museo.


“Favole di luce”, lì dove regna la fantasia

Non c’è niente di meglio della fantasia più sfrenata per raccontare la straordinarietà della vita: lo dimostrano le “Favole di luce” che i bambini del nido scuola Mast di Bologna hanno realizzato sotto la guida del fotografo Nino Migliori e che ora sono in mostra al Maxxi fino al 22 luglio.

L’esposizione presenta il risultato del laboratorio condotto in 2 anni e mezzo da Migliori, grande artista e ricercatore instancabile, per insegnare a bimbi tra i 3 i 5 anni le tecniche off-camera da lui inventate tra il 1940 e il 1970.

Le 87 opere esposte – piene di piccole sagome in movimento, alberi, foglie, cuori, ingranaggi, piedi, cani, chiavi inglesi, orsacchiotti, pezzi staccati o assemblati – sono il frutto del lavoro dei bambini, alle prese con lenti polarizzate, fogli di cellophane, lastre di plexiglass, carta fotografica, fonti luminose, camere oscure.

Il risultato è sorprendente, perché grazie all’approccio maieutico di Migliori i piccoli sono passati dalla mera tecnica alla narrazione di storie, scoprendo il mezzo fotografico come divertente forma di scrittura per rappresentare se stessi e i propri pensieri.

“Questi bambini hanno dimostrato una capacità incredibile di percepire in libertà, prima ancora di ogni condizionamento, la possibilità di espressione: dopo aver acquisito le tecniche, hanno raccontato storie e offerto interpretazioni poetiche”, spiega Migliori a Roma, “fino a ora avevo interagito con i bambini solo per periodi brevi: invece grazie al laboratorio ho imparato più in questi 2 anni e mezzo con loro che in 70 anni di vita fotografica”.

Green Gallery

Una “stanza verde” geometrica e compatta da abitare quando il caldo non lascia tregua, per riflettere sulla biodiversità ma anche sui linguaggi culturali contemporanei all’ombra di un piccolo bosco di rampicanti, fiori e piante a foglia larga: è la Green Gallery, il progetto ecologico ed ecosostenibile che fino al 21 ottobre crea uno spazio nuovo di verde pubblico proprio nella piazza antistante il Maxxi.

L’installazione, realizzata da Studiod3r e vincitrice di “Yap Rome at Maxxi”, il progetto organizzato dal Maxxi e dal Moma di New York nell’ambito della settima edizione italiana di Young Architects Program, è stata inaugurata lo scorso 12 giugno con una grande festa in musica che ha dato il via a Yap Fest 2018: oltre 35 appuntamenti estivi che fino al 3 ottobre (con pausa ad agosto) accompagneranno i visitatori del museo capitolino in un viaggio multidisciplinare, dall’architettura alla musica, dalla danza all’arte, dal cinema alla letteratura.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Roma: a Palazzo delle Esposizioni la mostra “L’ALTRO SGUARDO. FOTOGRAFE ITALIANE 1965-2018”
“Villa Ada incontra il mondo”: il 14 giugno torna l’evento più cool dell’estate romana
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti