Spiagge, sui siti regionali Arpa si può controllare la balneabilità

Print Friendly, PDF & Email

Sui siti di tutte le agenzie ambientali regionali (Arpa) si possono costantemente controllare i dati sulla balneabilità delle spiagge marine e dei laghi durante la stagione balneare (da maggio a settembre).


A renderlo noto è il Sistema nazionale per la protezione dell’Ambiente (Snpa), l’organismo formato dall’Ispra (il centro stdi del Ministero dell’Ambiente) e dalle agenzie ambientali delle Regioni e delle Province autonome.

La normativa che regola la materia deriva da una direttiva europea. Qualora si rilevino superamenti dei limiti, ne viene data immediata comunicazione al sindaco, perché adotti l’ordinanza di divieto. Con la normativa entrata in vigore nel 2010, il sindaco, nel caso di superamento dei limiti accertato dall’Arpa, non ha poteri discrezionali in materia, ma deve necessariamente emanare l’ordinanza di divieto di balneazione

Le agenzie regionali (salvo in Sicilia, dove la competenza è delle Asl) pubblicano in tempo reale sui propri siti web i risultati delle rilevazioni. In questo modo, i cittadini possono sempre informarsi sullo stato di balneabilità della spiaggia dove vogliono andare.

Alcune Agenzie mettono a disposizione dei cittadini anche delle app che segnalano lo stato delle spiagge. Attraverso il Gps, queste applicazioni segnalano la situazione relativa alla zona in cui uno si trova.

Fonte: Ansa

Potrebbe interessarti:  

spiagge e colori per l'estate

LE SPIAGGE E I COLORI DELL’ESTATE 2018

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Arpaspiagge

Vai alla barra degli strumenti