Mediterraneo come il Mar Rosso, acque più calde con meduse e barracuda

Print Friendly, PDF & Email

Il Mar Mediterraneo assume sempre più le caratteristiche di un mare tropicale: nessuna escursione termica delle acque che rimane appunto la stessa da nord a sud e nell’arco della stessa giornata.


Altro elemento di questa tropicizzazione sono le nuove specie marine che lo abitano, a partire dalle meduse e dai barracuda.

A lanciare l’allarme, in occasione di corso per i giornalisti tenutosi a Sabaudia nell’ambito del Festival Cerealia, è Adriano Madonna, esperto subacqueo e biologo marino del Laboratorio EcLab dell’Università di Napoli Federico II.

“Negli ultimi anni “– ha dichiarato il biologo delle produzioni marine“ho riscontrato nuove specie nel mare nostrum grazie ad adattamenti incredibili del Dna. I barracuda, ad esempio, sono arrivati dall’oceano Atlantico da Gibilterra e oggi è facile incontrare branchi di Sphyraena viridensis, una specie nostrana detta appunto barracuda mediterraneo, o anche barracuda boccagialla. La cernia non è più scura o nostrana ma sempre più spesso dorata. Più volte” – ha lamentato – “ho segnalato con preoccupazione la presenza del pesce palla e della cubo-medusa, che possono anche essere letali nei casi di shock anafilattico. Ed è avvistato, a due miglia a largo di Gaeta (Latina), un cucciolo di squalo bianco. Dal canale di Suez è arrivato invece nel Mediterraneo il pesce scorpione”.

Sono, spiega Madonna, “tutte specie nuove che ora si adattano bene nei nostri mari per via della tropicalizzazione in atto delle temperature: non c’è più grande differenza nelle temperature delle acque dalla Liguria alla Puglia”.

Un’invasione di specie aliene favorita dalla mancanza di predatori anche nella catena polpi, meduse e granchi. Di quest’ultimi è sempre più facile incontrare specie atlantiche come il granchio corridore, mentre sulle scogliere sono ridotti al lumicino i nostrani granchi favolli.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Da Genova a Cefalù, ecco le Sentinelle del mare
Meduse presto sulle tavole italiane arriva il brevetto made in Italy
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti