Roma: all’aeroporto di Fiumicino un’iniziativa di bookcrossing

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Leggere un libro proveniente dall’altra parte del mondo, condiviso da un altro viaggiatore. Confrontarsi con il proprio scrittore preferito, a pochi metri dal gate e subito prima di partire.


Aspettare il volo su una comoda poltrona che, in realtà, è una libreria che mette a disposizione gratuitamente centinaia di testi, tra novità letterarie e classici, sia in italiano che in inglese. Sono queste le principali novità di “Lìbrati”, la nuova iniziativa per i passeggeri del Leonardo da Vinci realizzata da Aeroporti di Roma, in collaborazione con l’associazione culturale Mecenate 90, presieduta dal sociologo Giuseppe De Rita, e il Centro per il libro e la lettura del Mibact.

Da oggi i passeggeri di Fiumicino, in partenza al Terminal 1 o al Terminal 3, possono partecipare attivamente alle attività di bookcrossing dell’aeroporto, contribuendo a dare vita a una grande biblioteca dinamica e continuamente aggiornata, grazie alla condivisione di testi presi o lasciati da passeggeri in transito da ogni parte del mondo.

Le biblioteche aeroportuali diventeranno anche luogo di animazione culturale e di scambio di opinioni: ADR e Mecenate 90 hanno infatti organizzato un denso programma di presentazioni di libri di autori famosi e conosciuti dal grande pubblico. Il primo incontro si è tenuto nel primo pomeriggio di oggi presso i gate del Molo B del T1, quando i passeggeri hanno potuto dialogare con Lia Levi. La scrittrice, insieme al giornalista e autore Pierluigi Battista, ha presentato il suo nuovo lavoro, “Questa sera è già domani”, candidato al Premio Strega che verrà assegnato il prossimo 13 giugno.

Le presentazioni letterarie proseguiranno per tutto l’anno, offrendo un’occasione di intrattenimento culturale e di confronto ai passeggeri del Leonardo da Vinci, ai quali sarà chiesto di segnalare sui social network i libri condivisi in aeroporto. L’hashtag dell’iniziativa è #libratiFCO

Fonte: ADR aeroporti di Roma

Potrebbe interessarti:

In vacanza senza partire, gli hotel 4 e 5 stelle per microsoggiorni benessere

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti