Roma: dopo 18 anni riapre il percorso alle pendici del Palatino

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Riapre dopo diciotto anni il percorso lungo le pendici del Palatino che discendono verso il Circo Massimo. Presentato questa mattina, 21 giugno, il percorso immerso nel verde è lungo quasi un chilometro riunendo il foro con la Valle Murcia.


La direttrice del Parco Archeologico Alfonisina Russo durante la conferenza stampa di presentazione

Il parco archeologico del Colosseo aumenta gli spazi di visita all’interno dell’area archeologica scegliendo di riqualificare un itinerario simbolico: quella parte di colle dove Romolo fondò la città nel 753 a.C. e dove la lupa, secondo tradizione, allattò i due gemelli.

Lungo il percorso è possibile costeggiare le residenze imperiali, come la Casa di Augusto e il complesso dei Severi del III secolo d.C. Sempre qui si estendevano, nel Rinascimento, gli Horti Farnesiani: luogo che secondo la leggenda venne attraversato da Enea per raggiungere il colle dove abitava re Evandro.

Immerso all’interno di un paesaggio naturale incantevole fatto di cespugli di acanto, ginestre e altre piante aromatiche come malva, rosmarino e menta e costeggiato da pini e cipressi, il tragitto unisce la valle del Foro Romano con la valle Murcia, offrendo al visitatore una visione a tutto tondo del Parco.

Informazioni:

Percorsi nel verde alle pedici del Palatino

Roma, via di S. Gregorio

Dal 22 giugno 2018

Orari: 9-13

BIGLIETTO:

Intero 12 € – Ridotto 7,50 €
Il biglietto, valido 2 giorni, consente un solo ingresso al Colosseo e un solo ingresso al Foro Romano-Palatino

INFORMAZIONI
VISITE GUIDATE
PREVENDITA
www.coopculture.it
tel. +39.06.39967700

Sito: www.coopculture.it

Tel: 0639967700

Potrebbe interessarti:

Ostia Antica, terminato il restauro delle mura medievali

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

La Valle dei Templi

Te prego, o splendida, più bella tra le città dei mortali Pindaro L’Antica colonia greca di Akragas, che si ergeva nell’attuale territorio di Agrigento, era ...
Vai alla barra degli strumenti