La top 10 dei luoghi più instagrammabili di Firenze

Print Friendly, PDF & Email

Instagram il social dedicato agli amanti delle fotografie, dove si possono postare foto, raccontare storie di viaggio e utilizzare gli strumenti di ricerca per scoprire posti nuovi, è entrato così nelle nostre vite da portare le varie città turistiche del mondo a organizzare InstaWalk: camminate in giro per luoghi insoliti e poco conosciuti della città o particolarmente fotogenici. Come succede anche a Firenze.


Questi eventi vengono organizzati in giorni precisi e con un tema generale al fine di condurre il fotografo o l’instagram-addicted lungo un percorso per immagini.

Se non si ha l’occasione di partecipare a uno di questi eventi, ecco la top 10 dei dieci luoghi più instagrammabili di Firenze.

Piazza della Repubblica

Piazza della Repubblica, FIrenze – Credit: thegreatestpresent

Piazza della Repubblica è una delle piazze più importanti della città. Qui sarai circondato da caffè e pasticcerie che in passato erano punti di ritrovo di artisti e scrittori. Al centro, la giostra dei primi del Novecento con cavallucci e carrozze. Sullo sfondo, il grande Arco di Trionfo, che i fiorentini chiamano affettuosamente Arcone. Sarà sufficiente aggiungere qualche filtro alla tua foto per ridare a questo luogo l’aspetto e il fascino del secolo scorso e fermare l’immagine nel tempo.

Villa e giardino Bardini

La vista sul Duomo di Firenze dal Giardino Bardini – Credit: Stefano Cannas

 

Villa Bardini è uno dei luoghi più frequentati dagli amanti dell’arte e di paesaggi. La posizione panoramica regala una vista di Firenze quasi a volo d’uccello. Da qui riconoscerai in lontananza la torre di Palazzo Vecchio e il campanile. Da non perdere anche le fontane, la scalinata barocca del giardino all’italiana e il rigoglioso bosco all’inglese, particolarmente magico durante la fioritura del glicine. Il pergolato che conduce alla Loggia del Belvedere diventa un luogo incantato dove poter ammirare tutte le sfumature di questo fiore. Dal lilla al malva, dal violetto al timido color rosa.

Torre di Arnolfo

Il Duomo di Firenze visto dalla Torre di Arnolfo – Credit: Stefano Cannas

Ci sono tantissimi punti da cui godere di una vista panoramica mozzafiato, e quello della Torre di Palazzo Vecchio è uno dei più belli. Da 95 metri di altezza si gode di un panorama sulla città da diversi punti di vista. Sfrutta tutti gli affacci della torre, e non perdere il piccolo spiraglio dal quale potrai ammirare la Cattedrale di Santa Maria del Fiore.

Campanile di Giotto

Campanile di Giotto – Credit: Neil

Chi l’ha detto che i punti panoramici sono belli solo per la vista che si ha una volta arrivati in cima? Il Campanile di Giotto è uno di quegli edifici che si innalzano verso l’alto e sembrano perdersi nell’infinito del cielo. Guarda dal basso verso l’alto, metti a fuoco i dettagli e i colori del marmo dell’imponente struttura. Il bianco, il verde e il rosso non sono mai stati così brillanti.

Ponte Santa Trinità

Definito come uno dei ponti più belli d’Italia e come il più elegante in Europa, il ponte di Santa Trìnità ha origini antichissime e quello che si può vedere ora è una ricostruzione del 1958. L’originale andò distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale. Da qui potrai cogliere i colori riflessi sull’Arno e i raggi del sole che attraversano il ponte.

Piazza Santo Spirito

Piazza Santo Spirito, Firenze – Credit: Cometa Rossa

Una volta attraversato il Ponte di Santa Trìnita potrai facilmente raggiungere Piazza Santo Spirito. Il cuore di Oltrarno è il centro bohémienne di Firenze soprattutto è fra le più frequentate dai fiorentini per il mercato dell’antiquariato che si svolge la seconda domenica del mese. Qui fra vecchie insegne pubblicitarie, giocattoli in latta e cappelli colorati sarà impossibile non cedere a uno scatto dal sapore vintage.

Mercato di San Lorenzo

Mercato di San Lorenzo by night – Credit: Stefano Cannas

Il Mercato di San Lorenzo è uno di quei luoghi imperdibili in ogni visita della città. Puoi iniziare a curiosare fra le bancarelle esterne che profumano di pelletteria artigianale per poi continuare all’interno della grande struttura in ferro e vetro realizzata nel 1874 dall’architetto Mengoni. Una volta dentro potrai lasciarti conquistare dal gusto dei salumi e formaggi locali e provare a catturare in uno scatto la ricchezza della cucina toscana.

Giardino di Boboli

Giardino di Boboli: perfetto per le instawalk – Credit: Gayly Planet

Il Giardino di Boboli rientra fra i luoghi imperdibili della città. Rappresenta il più grande giardino della città e appartenevano alla famiglia de Medici. Qui potrai trascorrere ore ad ammirare e fotografare statue, sculture, fontane e grotte. Ogni angolo di questo giardino è il luogo ideale per scattare una foto, anche se il più gettonato è la grande statua del Tindaro Screpolato. Per raggiungere l’enorme scultura in bronzo di Igor Mitoraj raggiungi il Prato dei Castagni, mettiti in posa e sorridi!

Mercato Sant’Ambrogio

Se si dovesse descrivere il mercato in poche parole sarebbero sufficienti queste: un tripudio di colori e profumi. Il pane fragrante appena sfornato, i negozietti di salumi, formaggi toscani, verdura, frutta e pasta fresca.

Piazza della Santissima Annunziata

Piazza della Santissima Annunziata, Firenze – Credit: Stefano Cannas

Questa è una delle piazze più frequentate dai fiorentini ed è il luogo dove si svolgono diversi eventi, soprattutto d’estate. Potrete ritrovarvi fra tantissimi artisti di strada, o immersi in un mercatino di artigiani intenti a lavorare il cuoio o creare strumenti musicali.

Fonte: www.visittuscany.com

Potrebbe interessarti:

 

Firenze è pronta a ospitare le sculture di Fritz Koenig

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti