Arriva il protocollo tra regioni per preservare il patrimonio della transumanza e dei tratturi

Print Friendly, PDF & Email

Un protocollo d’intesa è stato sottoscritto da sei Regioni per la valorizzazione dei tratturi e preservare il patrimonio della Transumanza.


Il protocollo avrà una durata di cinque anni, rinnovabili di comune accordo tra le parti. La firma è avvenuta all’Aquila, nell’ambito della giornata di inaugurazione del primo Palazzo Monumentale con finalità di edificio pubblico ricostruito con sistemi antisimici unici in Europa dopo il si sa del 2009.

La sottoscrizione è avvenuta dai presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Campania, Lazio, Molise e Puglia.

In particolare l’intesa prevede una forte collaborazione tra i Presidenti dei Consigli regionali al fine di promuovere progetti anche con soggetti terzi, organizzazioni pubbliche e private.

L’obiettivo è quello di concretizzare uno scambio di conoscenze e risorse per promuovere e preservare il patrimonio della Transumanza e dei Tratturi, comune alle sei Regioni ma soprattutto di favorire “tutte le iniziative atte a reperire adeguate risorse finanziarie per il perseguimento della tutela e dello sviluppo economico che i Tratturi e la Transumanza sono in grado di generare negli ambiti del Turismo, della Cultura, del Commercio, della Tutela dell’ambiente e della salvaguardia del Territorio”.

“L’importanza e l’alto valore antropologico e culturale che il patrimonio dei Tratturi riveste per la sua unicità ci ha spinto come Regione Abruzzo a proporne la sua tutela” – afferma il presidente dell’Assemblea abruzzese, Giuseppe Di Pangrazio – “attraverso la sinergia tra le sei regioni a favore del turismo ma anche dell’agricoltura e dell’ambiente”.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare: 

Unesco, l'Italia candida la Transumanza a patrimonio dell'umanità Unesco, l’Italia candida la Transumanza a patrimonio dell’umanità
Roma: dopo 18 anni riapre il percorso alle pendici del Palatino

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti