Al Museo del Novecento una mostra per Agostino Bonalumi

Print Friendly, PDF & Email

Milano. Il percorso espositivo del Museo del Novecento si completa con un focus dal titolo “Agostino Bonalumi. Spazio, ambiente, progetto”.


Da oggi, e fino al 30 settembre 2018, è aperta al pubblico con ingresso gratuito, nelle sale al piano nobile di Palazzo Reale, la mostra “Bonalumi 1958 – 2013”, prima antologica di Agostino Bonalumi (1935-2013) nella sua città.

Il progetto complessivo dedicato all’artista, curato da Marco Meneguzzo, è presentato a Palazzo Reale circa 120 opere in grado di testimoniare tutto il percorso creativo dell’artista milanese: dall’esordio, avvenuto a Milano, con Enrico Castellani e Piero Manzoni attorno al 1959, attraverso gli anni Sessanta in contatto con i maggiori gruppi europei, sino alla recentissima riscoperta e rivalutazione internazionale.

La mostra, la più completa rassegna dedicata a Bonalumi, illustra l’attività di uno dei maggiori astrattisti a livello mondiale mediante una serie di importanti lavori, molti dei quali di grandi dimensioni.

“La mostra dedicata a Bonalumi si inserisce perfettamente nel palinsesto dedicato al Novecento Italiano, contribuendo in modo determinante alla conoscenza di un secolo fecondo che ha avuto nel periodo degli anni Cinquanta e Sessanta il momento più fertile dal punto di vista dell’avanguardia artistica, nazionale e internazionale” – afferma l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

“Bonalumi si innesta proprio qui, con la sua capacità di innovazione creativa e la sua poetica originale, che si è sviluppata negli anni giungendo fino a noi. Palazzo Reale e il Museo del Novecento, consapevoli dell’importanza di questo racconto, collaborano in questo importante progetto espositivo”.

Il percorso espositivo, ordinato cronologicamente, è caratterizzato tra l’altro dalla presenza di tre grandi installazioni che hanno insegnato tappe importanti del suo viaggio d’artista lungo il Novecento: la prima è “Blu abitabile”, un’opera di pittura-ambiente, realizzata per la mostra “Lo Spazio dell’Immagine” di Foligno nel 1967; la seconda è la ricostruzione dell’opera “Struttura modulare bianca” presentata per la prima volta nella sala personale alla XXXV Biennale d’Arte di Venezia del 1970; mentre la terza, una parete di grande superficie, è stata esposta nel 2003 all’Institut Mathildenhöhe, Darmstadt, in Germania.

Il Museo del Novecento di Milano, sempre dal 16 luglio al 30 settembre 2018, dedicherà a Bonalumi un focus dal titolo “Agostino Bonalumi. Spazio, ambiente, progetto”, riguardante un aspetto meno conosciuto della sua ricerca, quello che tra il 1967 e la fine degli gli anni Settanta lo condusse a pensare, progettare e creare opere ambientali di dimensioni spesso notevoli. Sarà esposta una serie di otto opere su carta, realizzate appena a ridosso di quelle ambientali, che rivela l’accuratezza e la precisione di un pensiero costante sullo spazio.

 

Credits: la mostra è promossa dal Comune di Milano – Cultura, Palazzo Reale, Museo del Novecento in collaborazione con l’Archivio Bonalumi

Informazioni:

Palazzo Reale – www.palazzoreale.it

Orari: lun 14.30-19.30, mar, mer, ven e dom 9.30-19.30, gio e sab 9.30-22.30

Ingresso gratuito

Museo del Novecento – www.museodelnovecento.org

lunedì 14.30_19.30        

martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30_19.30

giovedì e sabato 9.30_22.30

(ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)

Ingresso incluso nel biglietto del Museo

Potrebbe interessare:

Milano, è all’insegna dell’arte l’estate a Palazzo Reale
Harry Potter: The Exhibition Milano, la mostra dedicata ad Harry Potter alla Fabbrica del Vapore
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti