Latina, la 2° edizione del festival “Come il vento nel mare”

Print Friendly, PDF & Email
Come il vento nel mare

Dopo l’esordio nel 2017 torna “Come il vento nel mare”, il festival di Latina che declina la cultura in tutti i suoi aspetti, dal 29 giugno al 4 agosto all’Hotel Miramare. Il progetto è sostenuto e organizzato da Vito Miceli e Giovanna Cunetta, ideato e diretto da Andrea Alicandro e Massimiliano Coccia.


“Come il vento nel mare” sono 20 serate con oltre 50 ospiti tra musica, cinema, libri, scienza, religione, giornalismo d’inchiesta, impegno civile e politico. La partecipazione – compreso il percorso enogastronomico – è aperta a tutti e gratuita.

Ogni weekend, con incursioni infrasettimanali, si alterneranno sulla grande terrazza antistante al pontile di Capoportiere dell’Hotel Miramare di Latina, vertici istituzionali e italiani ed europei (Sergio Costa, Roberto Gualtieri, Monsignor Vincenzo Paglia, Antonio Tajani), scrittori (Piergiorgio Odifreddi, Hanif Kureishi,), registi (Valerio Cicco, Gabriele Del Grande…), musicisti (Francesco Fratini, Francesco Taskayali…), giornalisti ( Massimo Bordin, Tiziana Ferrario, Giuliano Ferrara, Adriano Sofri, Danilo Taino…), attori (Paolo Hendel, Claudio Pallottini…), studiosi e scienziati (Roberto Burioni).

Si comincia venerdì 29 giugno: alle 18, interverrà il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, cui verrà conferito il premio Enea, seguito dalla premiazione della scrittrice Andrea Marcolongo che poi cederà il palco alla giornalista Federica Angeli. Concluderà la prima giornata l’esibizione in anteprima nazionale del grande successo degli anni Cinquanta: “Charlie Parker whit Strings” proposto dall’orchestra diretta dal maestro Francesco Belli su progetto del sassofonista Mauro Zazzarini che ha contribuito alla storia del jazz a Roma e in Italia. Durante il festival saranno assegnati i premi “Enea – Buone pratiche per l’Italia”.

I premiati di quest’anno saranno: Antonio Tajani (Sezione Europa), Andrea Marcolongo (Sezione Critica letteraria), Luis Sepulveda (Sezione narrativa internazionale), Roberto Burioni (Sezione Scienza), Aboubakar Soumahoro (Sezione Diritti Sociali), Alessandro Leogrande (Menzione speciale), Michele Corradino (Legalità e lotta alla corruzione), Flavia Piccinni (Sezione Saggistica), Calcutta (Sezione Musica), Valentina Farinaccio (Sezione Narrativa), Antonio Mattone (Menzione speciale), Tiziana Ferrario (Sezione giornalismo), Aldo Masullo (Menzione speciale). Chiuderà il Festival il dono di un’opera dell’artista Ettore de Conciliis al Premio Nobel Amartya Sen, che sarà intervistato da Danilo Taino.

Protagonista di questa edizione tra gli altri Roberto Saviano che il 14 luglio sarà ospite della kermesse in una conversazione con Aboubakar Soumahoro del coordinamento dei lavoratori agricoli Usb, che in queste ore è in viaggio verso il Mali per riportare il feretro di Soumaila Sacko, il sindacalista ucciso in Calabria qualche settimana fa.

Un salvadanaio a forma di casetta ricorderà agli ospiti la raccolta di fondi a favore dell’Associazione Peter Pan (www.peterpanonlus.it) che si occupa dell’accoglienza di bambini e adolescenti malati di cancro.

Fonte: Adnkronos

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti