Osservatorio ASTOI Confindustria Viaggi: destinazioni preferite e tendenze degli italiani

Print Friendly, PDF & Email
dati viaggi italiani 2018

Secondo appuntamento nel 2018 dell’Osservatorio ASTOI Confindustria Viaggi, sulle rilevazioni che riguardano i consumatori italiani nei confronti del turismo organizzato. Dall’indagine emergono le destinazioni preferite e le tendenze dei viaggiatori italiani.


L’Osservatorio ASTOI Confindustria Viaggi rileva alcune riconferme nei comportamenti, come gli italiani siano cambiati nel tempo e l’analisi delle mappe su cui orientano le loro esigenze e i loro sogni col variare delle stagioni.

Nell’era della predominanza dell’online, crescono gli italiani che preferiscono interfacciarsi con professionisti che forniscono consulenza in carne e ossa e si affidano così alla filiera agenzia di viaggi – tour operatorIl portafoglio prenotazioni dei tour operator ASTOI evidenzia una crescita di circa il 13% rispetto allo scorso anno pari periodo, superiore al tasso di crescita del mercato.

Da tempo gli italiani hanno cambiato radicalmente atteggiamento: le formule di Advance Booking riscuotono sempre maggiore successo. Le persone programmano con mesi di anticipo la partenza per aggiudicarsi le condizioni economiche più vantaggiose sulla mete prescelta. La prenotazione anticipata, in incremento di circa il 18% rispetto allo scorso anno, arriva ad incidere fino al 75% sul totale dei volumi.

Gli italiani vanno in agenzia per acquistare i loro viaggi e apprezzano sempre più i viaggi organizzati.

Dai millennial che cercano mete balneari low cost e week end in Europa, a coloro che vogliono soggiornare in Italia e che si avvalgono della selezione di strutture fatta da professionisti.

Gli italiani hanno imparato che organizzare un viaggio “fai da te” procura stress tra tutte le informazioni da tenere sotto controllo.  Le agenzie di viaggio sono percepite positivamente dagli italiani, che preferiscono confrontarsi con qualcuno che capisca e conosca i propri gusti rispetto all’anonimato dei motori di ricerca. Le persone non vogliono più sprecare tempo nella ricerca, prediligono garanzie, assistenza, servizi e sicurezza; sono consapevoli che chi si occupa di questo per mestiere dispone di strumenti più efficaci e qualificati.

La durata preferita della vacanza estiva è di 10 giorni, qualunque sia la destinazione e la tipologia di vacanza prescelta: dal villaggio al residence, dalla crociera al tour.

Emerge con chiarezza l’esigenza di personalizzare la propria esperienza di viaggio e i tour operator associati in ASTOI si sono mossi in questa direzione per assecondarla. 

Le famiglie con figli apprezzano la vacanza nei villaggi e ora possono contare su una segmentazione dell’offerta in base all’età dei bambini e dei ragazzi.

Gli appassionati di crociere quest’anno hanno visto esaudita una loro richiesta: la formula all inclusive a bordo, che consente di gestire meglio il budget per gli extra.

I viaggi di scoperta, dal taglio culturale o naturalistico, hanno potenziato gli itinerari alternativi. I viaggiatori sono sempre più preparati ed esigenti e la flessibilità delle combinazioni è un elemento importante. 

Le vacanze tailor made, in qualunque parte del mondo, adesso vengono personalizzate prenotando già prima della partenza una serie di servizi complementari: si va dai concerti agli spettacoli, dalle escursioni particolari ai trattamenti benessere nelle Spa.

Destinazioni: L’Italia del Sud è la regina delle preferenze di chi sceglie di rimanere nel Belpaese: Sardegna, Puglia, Sicilia e Calabria sono le regioni più prenotate, e vedono anche una buona percentuale di repeaters.

Nel medio raggio il dato più forte è legato al ritorno del Mar Rosso egiziano, con crescite oltre il 100% e anche della Tunisia, a fronte anche di una rinnovata stabilità. Costante l’interesse per la Grecia piace sempre, cresce quello verso l’Irlanda.

Chi affronta un viaggio intercontinentale può approfittare di un’ampia gamma di prodotti offerti dai tour operator: grandissimo successo per il Giappone, e sempre in Oriente, Indonesia Thailandia. Gli Stati Uniti, in particolare quelli del nord, tornano a piacere dopo la flessione dell’estate 2017, spesso abbinati a soggiorni mare nelle Antille. Ottimi risultati per Sudafrica,Namibia Oceano Indiano.

Crescita a doppia cifra anche perviaggi studio, (circa +10% rispetto allo scorso anno). In Europa la meta più richiesta resta l’Inghilterra seguita dalla Scozia. Boom del 2018 per le richieste verso gli Stati Uniti.

Le destinazioni che hanno registrato cali nel corso dell’estate 2018 sono state Messico, Cuba, Polinesia, Capo Verde e Canarie. 

Molti degli associati ASTOI hanno potenziato gli investimenti nelle piattaforme tecnologiche per rendere le agenzie di viaggio più efficienti e rapide quando il cliente siede davanti a loro: dalle maschere per i preventivi a quelle dei documenti di viaggio, dalle piattaforme sulle quali sono stati inseriti migliaia di fornitori – così da confezionare pacchetti ad hoc – ad App per coloro che sono a bordo di navi, dai database con mappatura di alberghi alle offerte in evidenza sempre aggiornate. 

Il Presidente Astoi, Nardo Filippetti, ha commentato: “Continua l’andamento positivo che aveva contraddistinto tutto il 2017, con una crescita a doppia cifra del settore del turismo organizzato anche per questa estate. Gli italiani sono sempre più attenti nella prenotazione della loro vacanza e si affidano sempre più alla filiera tour operator e agenzie di viaggio. Dati e trend positivi che sono anche il frutto della campagna di sensibilizzazione fortemente voluta dalla nostra Associazione, volta a rendere i turisti consapevoli dei vantaggi legati all’acquisto di un pacchetto turistico.  Sia le iniziative passate sia la recente campagna #seigiainvacanzaquando erano mirate a trasmettere l’importanza delle garanzie e della sicurezza che bisogna pretendere quando si viaggia e che solo alcune realtà, come tour operator e agenzie di viaggi, possono offrire.

Fonte: ASTOI Confindustria Viaggi

Potrebbe interessarti:

estate 2018 indagine coldiretti
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti