Roma: Acquolina e Acquaroof continuano a vivere nel ricordo dello chef Alessandro Narducci

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Le due anime, Acquolina e Acquaroof continueranno a vivere più forti di prima nel segno dello Chef Alessandro Narducci, scomparso lo scorso 22 giugno 2018, in un tragico incidente stradale, insieme alla collaboratrice Giulia Puleio.


Creazione e ricerca saranno il tratto distintivo di Acquolina, proseguirò a sostenere Alessandro oggi e per sempre.“, è l’impegno dello Chef Troiani – “Vogliamo mantenere quel progetto che avevamo creato con Alessandro: un ristorante stellato ad alti livelli.” 

Freschezza, territorialità, stagionalità ed eleganza, ma anche tradizione ed esaltazione del gusto mediterraneo proprio del Made in Italy, continueranno ad essere i tratti distintivi della cucina di acquolina. L’intera brigata che ha affiancato Alessandro e con oggi alla guida il maestro Troiani è pronta a soddisfare i palati più esigenti.

In attesa del restyling, per tutta l’estate l’esclusiva terrazza all’ultimo piano del The First Luxury Art Hotel, con la sua vista a perdita d’occhio sui tetti di Roma, sarà la destinazione per chi vorrà godere di un menù più informale ma di pari qualità a base di “Gocce”, nate da una intuizione dello Chef Narducci: portate fresche e gustose che strizzano l’occhio allo scenario cosmopolita e contemporaneo della Capitale, realizzate dalle mani esperte della brigata. Per il secondo anno, protagonista del panorama ristorativo romano, il Fishbar Bistrot Acquaroof.

Il pensiero di tutti è rivolto allo Chef Alessandro Narducci e alla sua famiglia che ha dichiarato:Come un vulcano che distrugge e poi crea le fondamenta, così devono essere i progetti Acquolina e Acquaroof “.

Potrebbe interessarti:

 Roma, continua la stretta sulle zone della movida

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti