A Siena è polemica sulla luce dei monumenti

Print Friendly, PDF & Email

Le luci dei monumenti di Siena hanno ‘accecato’ il suo telescopio.


Come riporta Repubblica, dalla foto dell’illuminazione notturna della città toscana, scattata in una serata particolarmente umida, si può notare quanta luce vada sprecata, proiettata verso il cielo da Piazza del Campo.

“È così da dicembre 2017, da mesi non possiamo fare ricerca scientifica” racconta il direttore dell’osservatorio astronomico dell’università, che ha denunciato su Facebook quello che definisce “uno scempio”.

Sempre su Republicca si legge che i nuovi fari led sui monumenti, fatti installare durante la precedente amministrazione, hanno cancellato le stelle, in palese violazione di una legge regionale che disciplina l’inquinamento luminoso:

 “Il segnale fondo del cielo, che è quello contro cui combattiamo, è decuplicato” – continua Marchini – “ovunque puntiamo il telescopio, non solo sopra la città”.

“Abbiamo scoperto un pianeta extrasolare, studiamo oggetti lontanissimi nell’Universo come i buchi neri. Con queste luci non è più possibile” – riprende il direttore dell’osservatorio – “avevamo anche scritto una lettera alla precedente amministrazione ma non abbiamo ricevuto risposta”.

Dopo le polemiche, sembra muoversi qualcosa. Su Facebook, uno dei consiglieri di maggioranzaaolo Benini della Lega, ha promesso un’immediata mozione sull’inquinamento luminoso in Piazza del Campo.

 

Potrebbe interessare:

San Gimignano, borgo medievale dove si ferma il tempo San Gimignano, borgo medievale dove si ferma il tempo
Rievocazioni storiche: la top 5 degli eventi da non perdere in Toscana
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti