Weekend di incidenti: 9 morti e 15 feriti

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Un fine settimana funestato da numerosi incidenti stradali quello appena trascorso, in cui hanno perso la vita 9 persone e altre 15 sono rimaste ferite, alcune in modo molto grave. 


Nella giornata di ieri il più grave si è verificato sulla A1 nel frusinate, dove hanno perso la vita due giovani avvocati entrambi di 35 anni, e il loro bambino di appena 6 mesi. L’incidente, avvenuto tra Ceprano e Pontecorvo in tarda mattinata, ha mandato letteralmente in tilt la circolazione. La coppia, di origine calabrese, stava facendo ritorno a casa dopo qualche giorno di vacanza a Roma.

La notte del 14 giugno c’è stato un gravissimo incidente nel Salento: il bilancio è di due morti e quattro feriti. Per cause in fase di accertamento si sono scontrate un’Audi A/6 e una Fiat Panda.

Nell’impatto avvenuto alle 2 di notte sono morti i due conducenti e feriti i tre occupanti della Audi. Gravi le condizioni delle due donne ricoverate all’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Ferite lievi per i due bambini anche loro ricoverati nello stesso nosocomio.

Un altro grave incidente, che ha un bilancio di un morto e di tre feriti, di cui uno in gravissime condizioni, è avvenuto lungo la provinciale che attraversa il territorio del comune di Dugenta (Benevento): nell’impatto è deceduta sul colpo una ragazzina di 15 anni di Cerreto Sannita (Benevento).

La giovane viaggiava a bordo di una Fiat Panda in compagnia di altri tre amici, due ragazzi ed una ragazza, di età compresa tra i 18 e i 20 anni; per cause ancora in corso di accertamento l’utilitaria è uscita fuori strada. Un ragazzo di 22 anni è morto poi in incidente stradale avvenuto a Rotella (Ascoli Piceno) dove il giovane risiedeva. La vittima era alla guida di un’automobile che è finita fuori strada per motivi che si stanno ancora cercando di ricostruire.

Ha perso il controllo della moto, è caduto ed è morto sul viadotto ‘Francesco Paolo Longo’ che collega Molise e Abruzzo, invece, un uomo di 42 anni di Roccaspinalvedi (Chieti) che era uscito in gruppo con altri centauri per un tour in montagna.

L’incidente è avvenuto nel territorio del Belmonte del Sannio (Isernia). I medici del 118 non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Non si esclude che all’origine dell’incidente possa lo scoppio di uno pneumatico.

Sei persone inoltre sono rimaste ferite, di cui tre gravi, in uno scontro frontale tra due auto a Campagna Lupia, sulla strada statale ‘Romea’. I vigili del fuoco accorsi da Mira hanno messo in sicurezza i mezzi ed estratto tre persone rimaste bloccate all’interno delle vetture, che sono state stabilizzate dal personale del Suem 118 per essere poi portate in ospedale. Altri tre occupanti delle auto sono rimaste ferite in maniera più lieve.

Sinistro mortale invece nella tarda serata di sabato a Crevalcore in provincia di Bologna, una moto si è scontrata con un’auto: nell’impatto il centauro di 46 anni, originario dell’Est Europa, è morto mentre gli occupanti della vettura Ford Focus, una coppia di anziani di 74 anni, sono rimasti feriti e sono stati trasportati, in codice di media gravità, all’Ospedale Maggiore. Infine, un uomo di quarant’anni è rimasto gravemente ferito nello scontro fra una moto e una Fiat 500 questa mattina a Busto Arsizio (Varese).

Ricordare di seguire alcune semplici norme come, rispettare la distanza di sicurezza, evitare di invadere la corsia d’emergenza e di rispondere al cellulare, non mettersi alla guida in stato alterato o se si avverte stanchezza, può salvare la vita.

Fonte: ANSA

Potrebbe interessarti:

 Roma: firmato accordo di collaborazione tra il Teatro dell’Opera di Roma e l’Opera del Libano

   

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti