Il festival di cultura contemporanea Transart torna in Alto Adige

Print Friendly, PDF & Email

Dal 6 al 30 settembre fa il suo ritorno in Alto Adige il festival di cultura contemporanea Transart.


Fabbriche e chiese, parchi tecnologici e fortezze austriache, laghi e centri per la raccolta differenziata, serre, musei di storia locale, castelli: è un viaggio che unisce in un unico racconto i luoghi più imprevedibili dell’Alto Adige, invitando il pubblico a sfidare i propri limiti per provare ancora, di fronte al contemporaneo, un senso autentico di meraviglia.

Fra le iniziative di Transart di quest’anno: concerti amplificati da piccoli droni, chef e musicisti fianco a fianco per comporre un’unica orchestra, classici della letteratura riletti in chiave elettro-beat, mondi paralleli di luci e suono, notti di stelle e flamenco, dj-set iperbolici, concerti per voce in riva a un lago nero o per campanacci nei pascoli sfiorati dal sole dell’autunno altoatesino.

La diciottesima edizione del festival si apre il 6 settembre con una prima assoluta su un giardino di opere d’arte.

Fra di esse, le figure candide, allucinate e visionarie di Pawel Althamer, gli umoristici assemblaggi scultorei di Isa Genzken, le dichiarazioni politiche, impresse nel legno, di Jimmy Durham, i menhir di Adolf Vallazza. 

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Il Festival del Gran Sasso: fino al 2 settembre eventi ad alta quota
Roma, domenica 2 settembre ingresso gratuito per Musei in Comune e Fori
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti