I giochi d’acqua dell’estate, ideali per tutte l’età

Print Friendly, PDF & Email

Nelle onde o sul bagnasciuga, in giardino in campagna, i giochi con l’acqua sono un classico refrigerante del divertimento estivo.


Sull’onda della nostalgia anni ’80, non mancano i giochi d’acqua da provare sulle spiagge e adatti a tutte le fasce d’età.

Qui, ve ne proponiamo 4!

Passarsi l’acqua con i bicchieri

Il travaso avviene sopra la testa. Formate con i bambini due file: vincerà il gruppo che alla fine del passaggio d’acqua avrà riempito maggiormente l’ultimo bicchiere.

Car Race 

Con delle pistole ad acqua e delle macchinine si può organizzare una super competitiva gara di velocità: le macchinine vengono spinte solo con la forza dell’impatto dell’acqua sparata, e vince il primo che taglia il traguardo!

Una spedizione archeologica rinfrescante in giardino: riempite alcuni palloncini con animaletti giocattolo e acqua e metteteli in freezer a ghiacciare. Togliete la plastica del palloncino e spargete i “fossili” in giardino: saranno tutti da scoprire, da spaccare con degli scalpelli in plastica e da utilizzare come rinfrescante naturale.

Palla avvelenata acquatica (il gavettone rivisitato e regolamentato)  

Al posto della classica palla, si usa un palloncino pieno d’acqua: ogni squadra deve colpire, lanciando il palloncino, un componente della squadra avversaria. Se il lanciatore, oltre a colpire l’avversario, riesce a far esplodere il palloncino nel campo avversario riceve un punto di merito.

Alla fine della partita, vince il gruppo che ha il maggior numero di punti (quelli ottenuti anche con l’esplosione del palloncino nel campo rivale).

Acqua in barca

Organizziamo due squadre e le allineiamo in fila indiana dietro una linea di partenza. A metà tra la linea di partenza e quella di arrivo, e al centro rispetto alle due squadre, poniamo un secchio pieno di acqua.

Gli altri due, vuoti, li mettiamo sul traguardo in corrispondenza di ciascuna squadra. Diamo una spugna a ciascun caposquadra. All’inizio di ogni turno chi conduce il gioco proclama una parte del corpo (fronte, ginocchio, gomito, pancia).

Al via il capofila di ciascuna squadra immerge la propria spugna nel secchio, e poi corre a spremerla nel rispettivo secchio vuoto. Dovrà farlo strizzandola contro la parte del corpo indicata da chi conduce il gioco. Poi torna indietro e la consegna al giocatore successivo, che comincia un nuovo giro. 

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Le acque condite sono il nuovo trend dell’estate
I piatti dell’estate: la panzanella
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti