Isola di Pasqua: turisti possono soggiornare per un massimo di 30 giorni

Print Friendly, PDF & Email

Roma. La permanenza massima dei turisti nell’Isola di Pasqua, territorio cileno nell’Oceano Pacifico meridionale, è stata ridotta per legge ad un massimo di 30 giorni.


Lo riferisce il quotidiano La Tercera, spiegando che la misura cerca di ridurre i danni ambientali causati dalla crescita demografica registrata in essa.

Situata ad oltre 3.600 chilometri chilometri ad ovest delle coste del Cile e 2.075 km ad est delle isole Pitcairn, l’Isola di Pasqua è uno degli insediamenti abitati più isolati del mondo. Il suo territorio è disseminato di statue monolitiche di tufo (moai) alte fra 2,5 e 10 metri.

Fonte: ANSA

Potrebbe interessarti:

 A Terracina, un’alba con Ulisse nel Tempio di Giove Anxur
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti