Viaggi bleisure, una nuova ricerca di Booking rivela che per il 50% degli intervistati entrare in contatto con nuove culture è un fattore importante

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Viaggi “bleisure”: per il 50% dei viaggiatori l’aspetto più interessante è entrare in contatto con nuove culture, lo rivela una recente ricerca di Booking.com.


Il 44% degli intervistati vuole muoversi “senza limiti” e scoprire tutto ciò che è nuovo e differente, senza farsi spaventare da barriere o ostacoli durante il viaggio. Ma allo stesso tempo, il 63% ancora non è convinto di essere abbastanza avventuroso. 

Per alcuni professionisti, i viaggi di lavoro possono ancora sembrare poco stimolanti, soprattutto se sono organizzati in fretta e furia e rientrano nella solita routine di valigia, aeroporto, meeting, cena, notte in una struttura tutt’altro che entusiasmante per poi tornare di nuovo in aeroporto e arrivare finalmente a casa. In realtà le occasioni non mancano per interrompere questa catena stressante e ripetitiva e far sì che anche un viaggio business possa diventare un’avventura, con nuove esperienze e tanti bei ricordi.

Chi viaggia per lavoro, spesso pensa di non conoscere a sufficienza una destinazione per trasformare un viaggio breve in un’esperienza memorabile, visto il poco tempo a disposizione, e considera i viaggi in solitaria decisamente poco avventurosi.

Dato che generazioni più o meno giovani si sono spesso pentite di non aver esplorato di più durante i loro viaggi, è decisamente arrivato il momento di cambiare questa tendenza. Del resto, chi viaggia per lavoro spesso indica come l’aspetto più interessante sia la possibilità di entrare in contatto con nuove culture (per il 50%) oppure di visitare una nuova città (per il 46%).

Quando si viaggia per lavoro è facile seguire la solita routine o il percorso più veloce e consolidato per spostarsi da un punto all’altro, cedendo alla tentazione di tornare il prima possibile all’alloggio non appena sono finiti gli impegni lavorativi. Ma perché non seguire invece la curiosità di scoprire un posto mai visto prima, prendendo la strada più lunga per tornare in hotel? Dopo aver imparato le direzioni principali per non perdersi, non è male lasciarsi andare all’istinto e seguire un percorso più spontaneo, ecco alcuni consigli:

Scopri una destinazione chiedendo direttamente a chi ci abita. Cerca il posto più autentico dove assaporare la cucina locale dopo il tuo meeting, o il bar più trendy, o da dove puoi ammirare i panorami più suggestivi.

Non dimenticare che molto spesso lo staff della struttura conosce bene la città: chiedi al concierge di consigliarti un ristorante nei dintorni. E se neanche gli altri viaggiatori business che hai incontrato conoscono bene la zona, potrebbero diventare un’ottima compagnia per esplorare la città e staccare dal lavoro. In alternativa, puoi sempre cercare tra le recensioni verificate di Booking.com, oltre 153 milioni su 130.000 destinazioni in tutto il mondo: sono scritte da ospiti veri e possono aiutarti a capire cosa puoi aspettarti davvero dal tuo viaggio.

La maggior parte dei viaggiatori business di solito pranza e cena da solo, in camera o al ristorante dell’hotel. Per spezzare la monotonia di un viaggio in solitaria, potrebbe essere una bella idea uscire alla ricerca di un bar o di un locale con un tavolo comune, dove non ci si debba sedere isolati ma circondati da altre persone con cui si possono scambiare quattro chiacchiere, dopo aver chiesto al barista qualche consiglio sulla città e sui ristoranti più frequentati.

Dopo una giornata di meeting, trova il tempo per rilassarti e scaricare la tensione. Molte strutture offrono una palestra o una spa (o almeno un tappetino per fare yoga!) ma prova a scoprire le possibilità uniche per la destinazione che stai visitando. New York offre spesso lezioni di yoga gratuite a Bryant Park oppure a Londra puoi provare l’Arch Climbing Wall, che mette a tua disposizione quasi 3.000 m² di pareti cu sui arrampicarti, per dare sfogo al tuo bisogno di avventura e darti la carica che ti serve per affrontare un altro giorno ricco di impegni.

Fonte: Booking

Potrebbe interessarti:

 Zerocalcare avrà la sua prima personale al Maxxi
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti