Ecco come fare un perfetto limoncello alla sorrentina

Print Friendly, PDF & Email

Gli utilizzi degli agrumi in cucina, in particolare il limone, sono numerosi. Questo agrume può essere adoperato per la preparazione di uno dei liquori italiani più famosi al mondo: il limoncello. Nato in Campania, il limoncello si ottiene grazie alla macerazione in alcol delle scorze di limone, che può variare a seconda delle ricette, anche se solitamente è di 20 giorni.

I limoni da utilizzare sono quelli la con buccia molto spessa, che va lavata accuratamente in acqua calda e spazzolata per ripulirla da eventuali residui di insetticidi. In una brocca va versato dell’alcool, e aggiunti poi i pezzi di scorza aromatica ricavati dalla buccia.

Gli esperti consigliano l’utilizzo di alcool di buona qualità, per evitare che il liquore poi si trasformi in ghiaccio in freezer. Con la sistemazione della brocca coperta in una stanza buia o in una credenza, si conclude la prima fase di produzione. A temperatura ambiente continua la macerazione della buccia e l’infuso assume lentamente l’aroma e il colore del giallo del limone.

Dopo circa un mese di riposo, la preparazione prosegue con l’aggiunta di un pentolino di acqua e zucchero (prima portato in ebollizione e poi lasciato raffreddare) e dell’altro alcool. La brocca va poi nuovamente coperta e riposta nell’armadietto per un altro mese abbondante.

Trascorsi quaranta giorni circa, secondo la ricetta originale sorrentina, l’infuso va filtrato nelle bottiglie, scartando le bucce. Le bottiglie vanno messe poi in freezer. 

Ma ecco cosa vi occorre per realizzare a casa il vostro limoncello:

Ingredienti

  • 8 limoni IGP di Sorrento
  • 1 lt di alcool a 95°
  • 1 lt di acqua
  • 700 gr di zucchero

Procedimento:

  1. Lavate i Limoni IGP di Sorrento sotto acqua corrente e spazzolate accuratamente;
  2. Sbucciate i Limoni di Sorrento in modo da utilizzare la sola buccia;
  3. Ponete in una brocca 700 cl di alcool;
  4. Inserite le bucce di Limone nell’alcool e lasciate riposare per un mese in un luogo buio e asciutto;
  5. Dopo il mese di riposo riprendete la brocca con l’alcool che avrà, intanto, acquistato un colore giallo paglierino;
  6. Ponete un pentolino sul fuoco con l’acqua e lo zucchero senza portare ad ebollizione;
  7. Lasciate raffreddare lo sciroppo di zucchero ottenuto, poi versate all’interno della brocca con l’alcool ed aggiungete altri 300 cl di alcool;
  8. Dopo ulteriori quaranta giorni di riposo il un luogo buio ed asciutto, prendete la brocca, filtrate l’alcool in modo da eliminare le bucce di Limone ed imbottigliate.

Potrebbe interessarti:

Marmellate che passione!

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti