Turismo in Thailandia: l’arrivo dei turisti segna un +11% nel periodo tra gennaio e luglio 2018. L’Italia registra +6%

Print Friendly, PDF & Email

Roma. La Thailandia ha accolto 22.657.730 turisti tra gennaio e luglio 2018 segnando un incremento dell’11% rispetto allo stesso periodo del 2017. Lo rivelano le cifre preliminari indicate dal Ministero del turismo e dello sport nell’ultimo rapporto reso noto pochi giorni fa.


In base a questo trend di costante crescita, la Thailandia si attesta al 4° posto nel mondo per arrivi turistici come confermano i dati dell’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite.

Il Governatore della Thailandia, Yuthasak Supasorn, ha commentato: “Questa forte crescita è molto incoraggiante in termini numerici, ma anche più importanti sono alcune delle nuove tendenze emergenti. Ad esempio, l’aumento del 23,3% degli arrivi di passeggeri via mare (luglio 2018) e delle occupazioni alberghiere più elevate nelle province secondarie emergenti come Rayong, Suphan Buri, Chainat, Nakhon Pathom, Ang Thong e Phatthalung.

In questo quadro anche i numeri dall’Italia continuano a disegnare un andamento di continua crescita, grazie a una performance ottima che vede un +6% registrato nei primi sette mesi del 2018 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente quantificabile in oltre 126.000 arrivi di turisti italiani nel Paese del sorriso.

L’Europa più in generale ha visto un aumento del 6,37% portando il totale degli arrivi dal Vecchio continente a 4.050.000 milioni di visitatori.

Gli arrivi dalle America sono saliti del 2,99% (948.872). Il mercato principale, quello degli Stati Uniti, ha visto un incremento del 5,82% (656.327).

I numeri dall’Asia meridionale sono cresciuti del 12,11% (1.133.057 arrivi). L’India è in testa alla classifica con 919.130 arrivi e un aumento del 13,24%.

Fonte: Ufficio del Turismo della Thailandia

Potrebbe interessarti:

Royal wedding all’italiana, oggi è il grande giorno di Fedez e Ferragni

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti