In Emilia sarà un ottobre ‘goloso’, dallo gnocco al tortellino

Print Friendly, PDF & Email

Dallo gnocco fritto al tortellino, dal tartufo alle castagne: nel Bolognese il mese di ottobre si fa goloso con un ricco calendario di sagre e appuntamenti gastronomici. 


Il mese si apre con la “Sagra del gnocco fritto” a Castello di Serravalle (Valsamoggia), festa che vanta il primato per ‘il’ gnocco (così lo chiamano) più lungo del mondo: quest’anno si punta ai 42 metri (6-7, 13-14 e 20-21 ottobre).

A Bologna il 4 ottobre è in agenda il settimo Festival del tortellino: Palazzo Re Enzo ospiterà una giornata dedicata alla degustazione dei tortellini, interpretati in ricette tradizionali e creative dagli chef del territorio.

Nelle domeniche di ottobre a Castel del Rio si tiene la 63/ma Sagra del marrone dedicata al frutto coltivato sin dal Medioevo e che si fregia del marchio Igp, mentre il 14 ottobre tocca alla Sagra dei marroni di Scascoli (Loiano) e al Mercato del marrone biondo a Sasso Marconi.

In pianura dal 6 al 15 ottobre a Budrio c’è la 25/ma edizione di Agribu, fiera agricola quest’anno dedicata alla pasta. Il 13 e 14 ottobre torna “Pegola in festa: tutto zucca” (Malalbergo).

Il 28 ottobre al Museo della Civiltà contadina e nel parco di Villa Smeraldi (San Marino di Bentivoglio) l’appuntamento è con il Festival del KmZero-Open Day del gusto.

La Tartufesta (dal 13 ottobre al 18 novembre) è protagonista del mese di ottobre proponendo degustazioni e mercati dedicati al tartufo e ai prodotti del bosco. Si comincia nel fine settimana del 13 e 14 ottobre a Lizzano in Belvedere, Castel di Casio, Vergato e Monzuno.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Bologna ospita la mostra “Warhol&Friends. New York negli anni ‘80”
Il cacao è una fonte sconosciuta e golosa di vitamina D
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti