Baleari a tutto sport d’inverno

Print Friendly, PDF & Email

Le Isole Baleari sono un luogo dove mare, pianura e montagna s’incontrano in un’armonia naturale che rende questo territorio perfetto da vivere in ogni stagione. Il clima mediterraneo, caratterizzato da temperature moderate anche d’inverno, fa da cornice ad un paesaggio variegato con un’ampia offerta di attrazioni naturalistiche per una vacanza all’insegna dello sport. 


Trekking lungo sentieri di montagna tra suggestivi panorami, percorsi in bicicletta e canyoning, sono solo alcune delle attività da non perdere quest’inverno nell’arcipelago.
 
La più grande delle isole Baleari, Maiorca, offre ben 14 percorsi trekking, che si sviluppano dai sentieri della Sierra di Tramontana fino alle zone umide della laguna di S’Albufera, dall’isolotto di Sa Dragonera a Mondragò e alla Penisola di Levante. Anche i ciclisti trovano nella Sierra il terreno ideale percorrendo strade piane o pendii sconnessi e salti con cui divertirsi in mountain bike. Per i più audaci, quelli che amano saltare in gole e discendere nei canyon, l’area centrale della Sierra offre numerosi percorsi, ad esempio il circuito Gorg Blau-Sa Fosca o il Torrent de Pareis. Una delle attività in cui Maiorca si distingue come destinazione d’avventura è l’arrampicata su roccia: le abbondanti protrusioni, i blocchi e le rocce dell’isola sono particolarmente amati dagli scalatori che indicano luoghi come Sa Gubia, le scogliere della penisola di Formentor e le calette di Porto Cristo e Cala Barques, tra i migliori al mondo per la pratica di questa attività. Con queste caratteristiche, non è strano che ogni anno importanti gare abbiano luogo proprio a Maiorca. A marzo si svolgono la K42 e la K21 Mallorca, due corse – la prima molto dura e la seconda ideale per i principianti – che permettono di godere della natura privilegiata dell’isola praticando il trail running.Competizioni altrettanto importanti sono la Ultra Trail Serra de Tramuntana il prossimo 30 novembre e ancora durante tutto l’anno, la Challenge Paguera Mallorca Triathlon nel mese di ottobre, la Playa de Palma challenge ciclista Mallorca a gennaio, la Maratón Internacional Magaluf ad aprile, la prestigiosa Maratón Internacional Ciutat de Palma-TUI a ottobre e l’Ironman Alcudia a maggio, una corsa a lunga distanza percorsa sull’area che gli esperti chiamano “il paradiso dei triatleti”.


 
Da Mallorca con un breve viaggio in traghetto è possibile raggiungere Minorca, l’isola della calma e della tranquillità. Il panorama eterogeneo offre un’atmosfera unica e magica con spiagge sabbiose e piccole calette su un lato dell’isola e grotte e verdi colline dall’altro. Nascosti tra la rigogliosa natura e le colline si sviluppano numerosi percorsi per scoprire l’isola a piedi o in bicicletta, che partono dalla spiaggia di Son Xoriguer (14km – 5 ore di percorrenza), da Cala Galdana (13km – 4,30 ore di percorrenza), da Ferreries (5km – 2 ore di percorrenza), dalla spiaggia di Cavalleria (5km – 2 ore di percorrenza) e da Cap de Favaritx (10km – 3 ore di percorrenza). Nell’entroterra si sviluppa un breve percorso di mezz’ora, circa 1,5 km, che conduce sulla cima del terzo monte più alto di Minorca (264 m) da dove godere di una vista mozzafiato sulla costa occidentale e ammirare la fortificazione musulmana Santa Agueda. Il paesaggio molto vario tra spiagge, vallate e burroni, rendono l’isola un posto privilegiato non solo per escursionisti e ciclisti, ma anche per gli amanti del canyoning. L’isola conta infatti circa 50 grotte terrestri che si aprono tra scogliere e burroni, oltre a più di una dozzina di grotte subacquee, alcune di dimensioni importanti come la Cueva d’es Coloms, chiamata la Cattedrale proprio a causa della sua grandezza. Questo è il caso dei 210 chilometri percorsi con le loro biciclette dai partecipanti alla Ruta de los Faros de Menorca  o del Compressport Trail Menorca Camí de Cavalls dal 17 al 19 maggio, una ultramaratona che consiste nell’esplorare l’isola percorrendo il mitico sentiero medievale. Una corsa di 185 km con un pendio positivo di quasi 3.000 metri che deve essere completata entro massimo 41 ore. La competizione minorchina Compressport Trail, prende il nome da uno dei percorsi più importanti dell’isola, il Camí de Cavalls – letteralmente il cammino dei cavalli , poiché parte del percorso si snocciola sul celebre sentiero.
 
In questo periodo dell’anno, il ritmo lento, il suono della natura e i colori autunnali trasformano Ibiza in una vera oasi di pace, molto diversa dalla sua veste estiva. L’isola offre un suggestivo paesaggio fatto di carrubi, fichi, vigneti e alberi da frutta dove godersi numerose passeggiate tra i sentieri e rilassarsi lungo i suoi corsi d’acqua. Tra la rigogliosa natura si sviluppano ben 8 percorsi trekking da affrontare in solitaria, con gli amici o con tutta la famiglia: l’Eivissa Camp Martinet S’Estanyol (13 km – 3 ore di percorrenza), il Cala Llonga Cap Des Llibrell Son D’En Serra (5km – 2 ore di percorrenza), il Portinatx Faro di Mos-Carter(12,5km – 3 ore di percorrenza), Sant Antoni Cala Salada (12,5km – 3,30 ore di percorrenza), il Sant Mateu Torri D’en Lluc (11km – 4 ore di percorrenza), il Sant Josep Sa Talia (14km – 5 ore di percorrenza) e il Sant Joan Morna Forna Des Saig (14,5km – 5 ore di percorrenza). Inoltre, dal 30 novembre al 2 dicembre si svolgerà la Tre giornate Trail de Ibiza, una gara di running adatta a tutti che può essere personalizzata in base alla propria preparazione. I più temerari possono affrontare l’impegnativa maratona della giornata di sabato che parta dalla città di Ibiza fino a Saint Antoni de Portamy. 
 
Spostandoci 6 km a sud di Ibiza incontriamo Formentera, la destinazione ideale per tutti coloro che amano l’atmosfera rilassata, la natura e gli ambienti rurali dove praticare escursionismo e tour in bicicletta. L’intera isola è percorribile in macchina in una mattina, ma per scoprire l’anima autentica bisogna “lasciarsi andare” ai suoi 32 percorsi verdi con oltre 100 km di sentieri segnalati e intercomunicanti. Gli itinerari sono percorribili a piedi o in bicicletta e alternano tre diverse difficoltà in base alla lunghezza del percorso e al dislivello. L’isola offre anche la possibilità di vivere un’esperienza green più rilassante nel Parco Nazionale di Ses Salines, precisamente tra le Pitiuse, dove tra le saline si è formato un ricchissimo ecosistema naturale. Qui si incontrano terra e mare e la natura offre uno spettacolo sorprendente. L’11 maggio si svolgerà la Media Maratón Illa de Formentera che si caratterizza per il forte rispetto della natura, tanto che ha ricevuto più volte la richiesta di ampliare il numero dei partecipanti e non ha accettato poiché le caratteristiche dell’isola rendono difficile fornire alla corsa un’infrastruttura idonea ad un maggior numero di corridori.

Potrebbe interessarti:

 La top 10 delle destinazioni emergenti del 2019 secondo
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti