Al Mudec di Milano in mostra Paul Klee

Print Friendly, PDF & Email

Il Mudec di Milano ospita dal 31 ottobre al 3 marzo 2019 a mostra “Paul Klee. Alle origini dell’arte” a cura di Michele Dantini e Raffaella Resch.


In mostra un’ampia selezione di opere di Klee sul tema del “primitivismo”, con un’originale revisione di questo argomento che in Klee include sia epoche preclassiche dell’arte occidentale (come l’Egitto faraonico), sia epoche sino ad allora considerate “barbariche” o di decadenza, come l’arte tardo-antica, quella paleocristiana e copta, l’Alto Medioevo; sia infine l’arte africana, oceanica e amerindiana.

Le sezioni in cui è suddivisa la mostra raccontano il processo di formazione artistica: dalla caricatura al periodo in cui Klee si definisce anche “illustratore cosmico”; a un primitivismo di tipo “epigrafico”, la cui sezione di riferimento non a caso verrà intitolata “alfabeti e geroglifiche d’invenzione”.

Una sezione è dedicata al teatrino di marionette che Klee aveva costruito per il figlio Felix, a testimonianza del suo interesse per l’espressività infantile e quindi per le origini primordiali dell’arte che l’autore, coerentemente con il suo tempo, riteneva dovessero cercarsi nelle espressioni artistiche di alcune popolazioni di interesse etnografico. Insieme a esemplari di marionette viene presentata una selezione delle opere etnografiche del MUDEC.

I manufatti extraeuropei, lungi dal fornire un elemento di comparazione diretta con i lavori di Klee, riferiscono di come l’artista si sia avvicinato, abbia corrisposto con l’universo fantastico, antropologico e stilistico delle arti extraeuropee.

Infine, la sezione dedicata a “policromie e astrazione” designa un diverso insieme di opere, caratterizzate, oltreché dal rigoroso disegno geometrico per lo più associato a motivi architettonici, dalla trasparenza di differenti velature di colore.

Klee viene presentato sia attraverso le sue opere astratte e policrome, conosciute e amate dal grande pubblico, sia attraverso i suoi meno noti lavori caricaturali; al tempo stesso, puntuali ricerche sulle fonti, sui repertori iconografici e formali e sui documenti testuali danno conto della complessità del sostrato culturale dell’artista, della vastità della sua produzione e dell’ampiezza delle tecniche da lui utilizzate.

Informazioni:

Paul Klee. Alle origini dell’arte

Mudec Museo delle Culture – via Tortona 56, Milano

Orari: 
lunedì 14.30 – 19.30 
Martedì – mercoledì – venerdì – domenica 9.30 – 19.30 
Giovedì – sabato 9.30 – 22.30
La biglietteria chiude un’ora prima (ultimo ingresso)

Sito: http://www.mudec.it/ita/klee-mostra-mudec-milano

Potrebbe interessarti:

 In mostra a Napoli la rivoluzione inglese da Gilbert & George a Damien Hirst
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti