Roma Referendum Atac: ecco dove e come votare domenica 11 novembre

Print Friendly, PDF & Email

Referendum Atac: quasi 2 milioni e 400 mila cittadini di Roma, domenica 11 novembre, sono chiamati a scegliere se liberalizzare o meno il trasporto pubblico locale.


Liberalizzare il trasporto pubblico locale di Roma, oggi affidato in quasi monopolio ad Atac, consentendo tramite gare pubbliche che altri operatori, anche privati, possano gestire la rete di autobus, tram e metropolitane della Capitale: questo il senso del referendum comunale che si terrà a Roma l’11 novembre.

Il referendum consultivo, dunque non vincolante, è promosso dai Radicali e dal Comitato “Mobilitiamo Roma”. Le operazioni di voto avranno inizio alle ore 8 e termineranno alle 20 del giorno stesso, mentre lo scrutinio partirà immediatamente dopo la chiusura della votazione.

Qui trovate alcune informazioni pratiche:

DOVE SI VOTA

Si vota nei consueti seggi elettorali. 

QUALI DOCUMENTI OCCORRONO

Come per ogni voto bisogna portare documento di identità e tessera elettorale che però non verrà timbrata, come nelle altre consultazioni.

COME SI VOTA

Verranno consegnate due schede di colore diverso, una per ogni quesito. Su ognuna si vota mettendo una croce sul SI’ o sul NO.

I QUESITI

I quesiti sono due e riguardano la possibilità di affidare i trasporti, ora gestiti dall’azienda di trasporto pubblica Atac, attraverso gare di appalto.

Primo quesito:

“Volete voi che Roma Capitale affidi tutti i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e su rotaia mediante gare pubbliche, anche a una pluralità di gestori e garantendo forme di concorrenza comparativa, nel rispetto della disciplina vigente a tutela della salvaguardia e la ricollocazione dei lavoratori nella fase di ristrutturazione del servizio?”

Secondo quesito:

“Volete voi che Roma Capitale, fermi restando i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e rotaia comunque affidati, favorisca e promuova altresì l’esercizio di trasporti collettivi non di linea in ambito locale a imprese operanti in concorrenza?”

Se si sceglie il SI’, come chiesto dai promotori Radicali e Mobilitiamo Roma (a favore anche Pd, Forza Italia) , l’Amministrazione comunale dovrebbe tenere conto della volontà dei cittadini per una messa a gara del servizio di trasporto di Roma.

Se si sceglie il NO (a favore i sindacati, Leu e Mdp) si opta per lo status quo, ovvero l’azienda di trasporto pubblico Atac.

QUORUM

Il referendum è consultivo, ovvero il parere dei votanti non sarà vincolante per gli amministratori ma fornirà loro un’indicazione sul parere dei cittadini. Il quorum da raggiungere è il 33%.

 

Ulteriori informazioni al sito: www.mobilitiamoroma.it

Potrebbe interessare:

Dal 10 novembre il Maxxi ospiterà la prima personale di Zerocalcare
Movida a Roma: Prorogata fino al 6 marzo l’ordinanza anti-alcol.
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

A settembre tornano al cinema Gli Incredibili

Roma. Il 19 settembre torna nelle sale italiane l’amata super famiglia Disney•Pixar nel nuovo lungometraggio d’animazione Gli Incredibili 2. In questa emozionante e divertente avventura che ...
Vai alla barra degli strumenti