Genova: ponte Morandi pronto nel 2020

Print Friendly, PDF & Email

Genova. Parla il Ministro Toninelli: “il ponte sarà costruito da Salini-Fincantieri-Italferr. Inaugurazione a inizio 2020”.


“Alla fine dell’anno prossimo lo vedremo in piedi a inizio 2020 lo inaugureremo”. E’ quanto ha affermato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, intervistato da Massimo Giannini a Circo Massimo su Radio Capital precisando che “il cantiere è già partito e la prossima settimana ci sarà la cantierizzazione completa”.

Il nuovo ponte sul Polcevera a Genova sarà costruito da Salini Impregilo insieme con Fincantieri. Il progetto sarà eseguito da Italferr sull’idea dell’architetto genovese Renzo Piano.

La società Cimolai, in una nota, annuncia che a ricostruire il viadotto sarà Salini-Impregilo con Fincantieri. Il gruppo di Pordenone fa sapere anche che non farà roicorso

“La società Cimolai Spa di Pordenone, per puro spirito di servizio al Paese e per non ostacolare la ricostruzione tale da aprire al traffico l’infrastruttura entro natale 2019, non ha intenzione di presentare ricorso contro l’assegnazione dei lavori per la ricostruzione del ponte di Genova”, scrive in una nota la società friulana, leader mondiale nella costruzione di infrastrutture di enormi dimensioni.

“La nostra società” – prosegue il comunicato – “è stata informata ieri dal Commissario Straordinario che i lavori per la ricostruzione del ponte sul Polcevera a Genova verranno affidati alla cordata Salini Impregilo – Fincantieri”.

Il nuovo ponte costerà 202 milioni al netto dell’Iva.“Ha partecipato alla gara l’eccellenza italiana e straniera con progetti di altissimo livello, li ringraziamo tutti”. Lo ha detto il commissario Bucci che ha poi annunciato: “Abbiamo chiesto a Renzo Piano di partecipare a tutto il progetto come supervisore tecnico. Si affiancherà al team per garantire la massima qualità”. 

“L’azienda Cimolai e l’architetto Calatrava si sono messi a disposizione per aiutare nel caso ce ne fosse bisogno”, ha detto Bucci. “Li ringraziamo, la loro partecipazione, come quella di altre aziende, ha dimostrato la qualità dell’offerta italiana e straniera. Ci hanno detto che lo considerano un onore”.

 

Fonte: Ansa

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti