Un viaggio tra i teatri d’opera più belli del mondo

Print Friendly, PDF & Email

Melomani viaggiatori di tutto il mondo, unitevi. In Russia e in Australia, negli Stati Uniti e in Francia, ci sono teatri dell’Opera di straordinaria bellezza che hanno fatto la storia delle rappresentazioni liriche grazie ad alcune delle mise en scene più belle di sempre. Perché, allora, non decidere di pianificare un viaggio sulle loro tracce?


BOLSHOI THEATRE MOSCOW, RUSSIA

Il ‘Grande Teatro’ di Mosca, uno dei simboli dell’arte in Russia, è noto soprattutto per i suoi balletti classici, eseguiti dalla prestigiosa compagnia di danza del Bolshoi. Nato sulle ceneri (in senso letterale: fu distrutto in un incendio) del teatro Petrovskij e inaugurato nel 1856, il Bolshoi accoglie il pubblico con uno splendido portico neoclassico, sormontato da una statua di Apollo di apollinea bellezza.

Tra le rappresentazioni in programma nelle prossime settimane ci sono ‘Viaggio a Reims’ di Rossini e il balletto in tre atti ‘Romeo e Giulietta’ di Prokofiev. 

METROPOLITAN OPERA NEW YORK, STATI UNITI

Con una capienza da 3800 posti a sedere, il ‘Met’, situato all’interno del Lincoln Center, è il più grande teatro dell’Opera del mondo. Nel suo atrio ospita due opere di Marc Chagall dedicate alla musica, superate le quali si accede al foyer, illuminato da 11 lampadari di cristallo che raffigurano le costellazioni.

Se volete volare a New York ed esser tra le oltre 800mila persone che ogni anno assistono agli spettacoli del Metropolitan, prima della fine dell’anno potrete scegliere tra ‘Le Nozze di Figaro’ e l’inedito adattamento operistico di ‘Marnie’, tratto dal film di Alfred Hitchcock. 

SYDNEY OPERA HOUSE, AUSTRALIA

Definire la Sydney Opera House ‘solo’ un teatro è riduttivo: la sua struttura moderna, con i gusci sferici che evocano conchiglie e vele sovrapposte, e la sua posizione, al centro della baia locale, ne hanno fatto il simbolo della città e del Paese, tanto da esser definito dall’architetto Frank Gehry “l’edificio che ha cambiato l’immagine dell’Australia”.

L’Opera australiana è innovativa anche nella scelta degli eventi: nei prossimi mesi vi si esibiranno maestri come Daniel Barenboim, il seminale gruppo hip hop Wu Tang Clan e band indie rock come The Breeders. 

WIENER STAATSOPER, AUSTRIA

Inaugurata nel 1869 dal ‘Don Juan’ mozartiano, la Wiener Staatsoper racchiude in sé tutto lo splendore dell’epoca asburgica, evocata fin dal primo impatto grazie all’imponente facciata neo rinascimentale che è tra le più belle al mondo.

Nelle prossime settimane il teatro ospiterà rappresentazioni come il ‘Lohengrin’ di Richard Wagner e il ‘Nabucco’ di Giuseppe Verdi, impreziositi dall’Orchestra dell’Opera da cui vengono selezionati i musicisti che faranno parte della famosa Wiener Philharmoniker. 

OPERA NATIONAL DE PARIS, FRANCIA

Fu Luigi XIV, nel 1669, a volere la costruzione dell’Opéra National de Paris, oggi ‘divisa’ tra la moderna Opéra Bastille e l’Opéra Garnier. Il primo teatro, inaugurato nel 1989 e contraddistinto dalla parete di vetro curva che avvolge l’edificio, viene considerato il più grande d’Europa mentre l’ Opéra Garnier, utilizzata soprattutto per il balletto, è celebre per le opere d’arte al suo interno e per gli affreschi, dipinti da Marc Chagall.

Il cartellone delle prossime opere è tutto italiano: si va da ‘l’Elisir D’Amore’ di Donizetti al ‘Simon Boccanegra’ di Verdi passando per ‘La Cenerentola’ di Rossini.

 

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

La New York Historical Society celebra Harry Potter con una grande mostra
Mantova, a settembre arriva Chagall
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Allerta meteo. Nel Lazio codice giallo

“Il Centro Funzionale Regionale ha emesso oggi un bollettino di criticità idrogeologica e idraulica con una valutazione di criticità codice giallo per rischio idrogeologico per ...
Vai alla barra degli strumenti