A Firenze torna l’autoritratto di Raffaello

Print Friendly, PDF & Email

È tornato a Firenze l’Autoritratto di Raffaello: il dipinto era stato dato in prestito negli Usa per una mostra a San Francisco dedicata al Rinascimento italiano.


L’olio su tavola, realizzato da Sanzio nei primi anni del ‘500 e dal 1631 entrato nelle raccolte degli Uffizi, sarà visibile per alcuni mesi nella sala di Saturno di Palazzo Pitti, già di per sé, si spiega, un piccolo museo dedicato a Raffaello: accoglie 10 tele del maestro urbinate, tra cui la famosa Madonna della Seggiola, oltre a dipinti del mentore di Raffaello, il Perugino, e di Andrea Del Sarto, Annibale Carracci, Justus Sustermans.

L’Autoritratto del Sanzio sarà poi trasferito agli Uffizi, quando saranno pronte al primo piano le sale dedicate alla vasta collezione di autoritratti.

“Fino a primavera l’Autoritratto si unisce al corpus di capolavori di Raffaello custodito nella sala di Saturno – spiega il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt -: si tratta, dopo un disegno nelle collezioni del British Museum dove Sanzio si raffigura poco più che diciottenne, dell’autoritratto più giovanile dell’urbinate, ammirato e copiato da generazioni di giovani artisti di tutto il mondo. Saremo fieri di rendere questa opera uno dei cardini delle nuove sale degli autoritratti nella Galleria degli Uffizi”.

 

Fonte: Ansa

Potrebbe interessare:

Il Travel Oroscopo 2019
Marche elette nuova meta del turismo dal Sunday Times
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti