Mibac, Bonisoli: lavoriamo per “vaso di fiori” e “Lisippo” presto in Italia

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Lo scorso 9 gennaio il ministro dei beni e delle attività culturali, Alberto Bonisoli, ha presieduto il comitato per il recupero e la restituzione dei beni culturali, convocato in via straordinaria, per fare il punto sulla restituzione delle opere d’arte trafugate che appartengono all’Italia.


Oggi sono molto contento abbiamo portato  – ha dichiarato il Ministro Bonisoli  – questo progetto di diplomazia culturale a un altro livello. Il primo concreto risultato è che abbiamo trovato un livello di dialogo molto attivo e anche molto collaborativo con altre amministrazioni dello Stato. Una prima occasione – ha proseguito il Ministro –  riguarda il “vaso di fiori” di van Huysum. Noi daremo il quadro completo dal punto di vista normativo e giuridico ai nostri colleghi della Farnesina e poi saranno loro, assieme alle controparti della Repubblica Federale Tedesca a trovare una soluzione che dovrebbe arrivare in tempi abbastanza brevi. L’ultimo risultato è per la statua di Lisippo, che in questo momento si trova all’estero ma è stata esportata in modo improprio e, secondo la nostra legislazione, deve ritornare allo Stato italiano. Quello che oggi abbiamo deciso è che chiederemo  – ha concluso il ministro – ai musei italiani una mappatura e di segnalarci tutte le attività di collaborazione con il Getty in modo da avere il quadro completo e, in base a questo, poi decidere come ragionare su soluzioni che possono essere accettabili ad entrambe le parti” .

Durante la riunione si è convenuto ampliare il comitato alla partecipazione permanente di rappresentanti del ministero MAECI e del Ministero della Giustizia, amministrazioni dello Stato determinanti per favorire il raggiungimento di importanti risultati nel settore della diplomazia culturale.

Hanno preso parte alla riunione il Capo di Gabinetto del Mibac, Tiziana Coccoluto, il Segretario generale del Mibac, Giovanni Panebianco, il Comandante Tutela patrimonio culturale CC, Generale Fabrizio Parrulli, il Segretario generale del Maeci, Ambasciatore Elisabetta Belloni, il Vice capo di gabinetto del Maeci, Vincenzo Celeste, il Capo Ufficio legislativo del Mibac, Lorenzo D’Ascia, il Magg. Lanfranco Disibio, Comante del TPC Toscana, il Consigliere diplomatico, Ambasciatore Marco Ricci, il Direttore Generale Musei, Antonio Lampis, il Direttore degli Uffizi, Eike Dieter Schmidt.

Fonte: Mibac

Potrebbe interessarti:

 Roma: Nuovi vincoli sulle collezioni Torlonia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti