Come riempire la calza della Befana

Print Friendly, PDF & Email

Interessa 34 mila imprese il business della calza della Befana in Italia con un impiego di 133 mila persone per un settore che riguarda principalmente le aziende del settore dolciario.


Il giro d’affari per le imprese nella produzione della calza della Befana vale 100 milioni in una settimana. Il fatturato annuale è invece di oltre 5 miliardi con Cuneo al primo posto (1,6 miliardi), Bologna al secondo (413 milioni), Milano al terzo (325 milioni), Roma al quarto (213 milioni). (Dati della Camera di commercio di Milano) 

L’arrivo della Befana (e dell’Epifania) vuol dire una sola cosa: calze da riempire di dolci e leccornie varie. Anche se nei supermercati ormai è facilissimo trovare calze già belle e pronte, il gesto più “romantico” è sicuramente creare una bella calza fatta in casa, non prefabbricata, ma riempita con i dolcetti preferiti del destinatario, magari anche ftti in casa.Ma cosa mettere esattamente dentro la calza? Il nostro consiglio? Non solo carbone, ma tanta fantasia.

Eccovi alcune idee per riempire la calza della Befana per grandi e piccini.  
  • Il carbone della befana
  • Croccante di frutta secca
  • Cioccolatini misti
  • Lecca lecca fatti in casa
  • Marshmellows fatti in casa
  • Caramelle gommose fatte in casa

 

Potrebbe interessare:

Abruzzo, gli impianti aperti per la Befana
Tutti gli eventi in programma nei territori di Pesaro e Urbino in occasione della Befana
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti