Un weekend nel Sudtirolo: tra Bolzano e la Val Gardena

Print Friendly, PDF & Email

 

Nel cuore dell’Europa tra le Dolomiti si trovano luoghi incantevoli, borghi e paesaggi unici, meta ideale per un weekend all’insegna della natura e del relax.

Tra i posti da visitare c’è la Val Gardena, che si estende tra il Gruppo del Sella, quello del Puez, quello del Sassolungo e le Odle.

Monti che lasciano senza fiato per la loro maestosità: qui sorgono tre splendidi borghi, Ortisei, Santa Cristina e Selva Gardena. Nella parte sud, nel cuore della regione alpina, c’è Bolzano: un’elegante città d’arte, ricca di cultura e storia.

Bolzano, capitale dei Monti Pallidi, è un incontro tra culture e tradizioni diverse. Da visitare con suoi vicoletti, mercatini e porticati è il centro storico. Tappa fondamentale è Piazza Walther, simbolo di Bolzano dedicata al  poeta medievale Walther von der Vogelweide, dove sorge il gotico Duomo.

Ci sono poi i Prati del Talvera, con la lunghissima pista ciclabile che porta fuori città e le varie zone sportive e passeggiate, come quella di Sant’Osvaldo che offre spettacolari panorami.

Se avete voglia di escursioni en plein air con la funivia arriverete a sull’altipiano di Renon in soli 12 minuti. Qui spazio a cavalcate, trekking coi lama e varie escursioni varie. Se siete amanti delle escursioni tra i larici, c’è un’altra funivia che vi conduce a San Genesio- altipiano del Salto nella parte nord di Bolzano.

Tornando a Bolzano, fate un salto in piazza delle Erbe, dove si tiene il mercato ortofrutticolo e dove c’è il neobarocco Palazzo Municipale, con la sontuosa Sala del Consiglio affrescata dal pittore Gottfied Hofer. E poi in via dei Bottai, ricca di trattorie e alberghi, dove un tempo i mercanti provenienti dal nord sostavano prima di incamminarsi lungo la via commerciali dei Portici.

Da non perdere: il Museo Archeologico dell’Alto Adige che custodisce importanti raccolte dall’area dell’Alto Adige dal Paleolitico all’epoca carolingia. L’esposizione è caratterizzata da  video, modelli, ricostruzioni di insediamenti e reperti, tra cui la casa di Otzi, la “mummia del Similaun”.

Non lontana da Bolzano c’è la Val Gardena, con i suoi scenari mozzafiato e borghi da favola. Tra questi c’è Ortisei, cittadina ladina proprietà un tempo dei vescovi principi di Bressanone per otto secoli, famosa in tutto il mondo per l’antica arte del legno intagliato.

Stazione sciistica tra le più rinomate, Ortisei incanta in ogni stagione con le caratteristiche decorazioni delle abitazioni e i tanti negozietti situati nel centro del borgo. 

Da non perdere: la Parrocchiale di S. Ulrico, in stile neoclassico con elementi barocchi, con numerose statue in legno di artisti locali e un apparato pittorico rinomato e la chiesetta di San Giacomo, nella frazione omonima. Situata nei boschi nella parte alta rispetto alla piccola frazione di Ortisei, in mezzo ai boschi, questa chiesa è la più alta e la più antica di quelle della val Gardena.

E la gastronomia? La cucina altoadesina è apprezzatissima in tutto al mondo, tra i prodotti tipici della zona ci sono sicuramente lo speck e il formaggio Stanga di Dobbiaco.

Per quanto riguarda i primi piatti i canederli, preparati con pane raffermo, latte e uova e insaporiti con speck o pancetta, la zuppa d’orzo, detta anche “gerstensuppe”, insaporita spesso con della carne, i ravioli (schlutzkrapfen) ripieni di ricotta e spinaci e gli gnocchetti o spätzle. Tra i secondi la carne di castrato e i wurstel , accompagnati spesso con le röstkartoffeln, patate lesse, tagliate a fette e ripassate in padella nel burro insieme a cipolle e insaporite con vari aromi. Dolci tipici sicuramente lo strudel di mele e i krapfen ripieni di marmellata. 

Potrebbe interessarti:

Weekend a Siviglia: dove andare
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti