Air France passa all’elettronico per i veicoli in pista

Print Friendly, PDF & Email

Roma. Air France integra lo sviluppo sostenibile nelle proprie attività operative con l’obiettivo di migliorare continuamente l’esperienza del cliente, riducendo, allo stesso tempo, l’impatto ambientale e migliorando le procedure attraverso l’innovazione.


Nell’ambito di questo impegno e coerentemente con l’annuncio del governo francese di sostenere il settore dell`energia pulita, Air France sta avviando la graduale sostituzione dei motori termici dei veicoli a nastro che caricano i bagagli nella stiva degli aerei con veicoli elettrici derivati da processi di riciclo.

Per realizzare questo progetto, Air France ha scelto di collaborare con CarWatt, una startup francese che recupera e ricicla le batterie agli ioni di litio utilizzate dai veicoli elettrici privati per dar loro una seconda vita. Il primo prototipo operativo è stato appena messo in servizio all’aeroporto Paris-Charles de Gaulle. La conversione di altri 10 veicoli a nastro supplementari è attualmente in fase di studio.

I vantaggi di questa transizione sono molteplici:
– Sostenere la transizione energetica riducendo le emissioni di CO2 di 3 tonnellate all’anno, limitando le emissioni di particolato e riducendo i livelli di rumore.
–  Migliorare le prestazioni operative ottimizzando la sicurezza durante le operazioni di avvicinamento agli aeromobili.
– Garantire migliori risultati economici riducendo l’obsolescenza programmata, prolungando il ciclo di vita di questi veicoli e limitandone i costi di manutenzione.

Fonte: Air France

Potrebbe interessarti:

 Quali sono le experience più prenotate al mondo? Lo svela Tripadvisor
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti