Bisfenolo nei cartoni delle Pizze. L’intervento del Codacons.

Print Friendly, PDF & Email

Il Codacons ha presentato un esposto a 104 Procure e Nas per indagare sui cartoni per la pizza da asporto. 


Il Codacons ha presentato oggi un esposto a 104 Procure della Repubblica e ai Nas di tutta Italia affinché avviino accertamenti sui cartoni per la pizza da asporto commercializzati nel nostro paese, allo scopo di verificare i rischi per la salute umana, disponendo inoltre il sequestro urgente di tutti i contenitori di imballaggi che presentano sostanze potenzialmente pericolose.

Il settimanale Il Salvagente ha infatti aperto un’indagine che ha evidenziato tracce di sostanze nocive per l’uomo in due imballaggi della pizza su tre.

Il bisfenolo , stando ai risultati dell’inchiesta, si trasferisce dall’imballaggio all’alimento, finendo poi per essere consumato e ingerito dagli utenti. Non solo. Le analisi di laboratorio sui cartoni della pizza hanno accertato una concentrazione elevata di Bisfenolo, superiore a quella consentita per i contenitori in plastica, e la ‘traccia’ che i cartoni esaminati sono stati prodotti con carta riciclata, vietata dalla legge per la pizza”  – ha spiegato il Codacons.

 

 

Fonte: Codacons Ufficio Stampa

 

 

Potrebbe interessarti:

Codacons e Comitas ricorrono al Tar contro bando del Ministero dell’Economia sulle prestazioni a titolo gratuito

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti