Roma. Raggi, niente alcol dalle 21 non solo a San Lorenzo

Print Friendly, PDF & Email

 


 

Nuova ordinanza, dal 7 marzo e in vigore fino al 26 aprile, per limitare la vendita e il consumo di bevande alcoliche nelle ore serali.

 


E’ scattata il 7 marzo e resta in vigore fino al 26 aprile l’ordinanza che limita la vendita e il consumo di bevande alcoliche nelle ore serali, per contrastare la movida molesta a tutela dei cittadini.

Il provvedimento conferma il divieto dalle ore 21 per il consumo all’aperto (in contenitori di vetro e non) e la vendita da asporto nelle seguenti zone: San Lorenzo, Esquilino, l’area della stazione Termini, Piazza Bologna, piazzale delle Provincie. 

Per le suddette aree, restano invariati i limiti orari relativi alla vendita all’interno degli esercizi di somministrazione i cui divieti iniziano dalle ore 2 fino alle ore 7.

Per tutto il resto del territorio interessato dall’ordinanza, tutti i giorni della settimana fino al prossimo 26 aprile 2019, è vietato:

– Dalle ore 24.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche nelle strade pubbliche o aperte al pubblico transito.
– Dalle ore 22.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro nelle strade pubbliche o aperte al pubblico transito.
– Dalle ore 22.00 alle ore 7.00: la vendita di bevande alcoliche e superalcoliche da parte di chiunque risulti, a vario titolo e in forme diverse, autorizzato e/o legittimato alla vendita al dettaglio, per asporto, nonché attraverso distributori automatici e presso attività di somministrazione di alimenti e bevande.
– Dalle ore 2.00 alle ore 7.00: la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, da parte chiunque risulti, a vario titolo e in forme diverse, autorizzato alla somministrazione di alimenti e bevande, anche nelle aree esterne attrezzate di pertinenza del locale, o attraverso distributori automatici e in circoli privati.

 

E’ fatto obbligo a tutti gli esercenti nelle suddette aree di esporre, dentro e fuori i locali,  un avviso visibile contenente le misure stabilite dall’ordinanza, tradotto in quattro lingue (inglese, francese, spagnolo, tedesco).

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Roma

Potrebbe interessarti:

Movida a Roma: Prorogata fino al 6 marzo l’ordinanza anti-alcol. A San Lorenzo, Termini, Esquilino e piazza Bologna divieti anticipati alle 21
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti