Shopping tax free in Italia: bilancio positivo per il Capodanno Cinese

Print Friendly, PDF & Email

Bilancio positivo per lo shopping tax free in Italia: registrato un aumento del 4% delle vendite ai viaggiatori provenienti da Cina, Taiwan e Hong Kong nelle due settimane a ridosso del Capodanno cinese (29 gennaio – 11 febbraio). Tra i motivi della crescita anche i gilet gialli.


Si chiude in positivo il bilancio relativo allo shopping tax free in Italia nel mese di febbraio 2019. Nelle due settimane a cavallo del Capodanno cinese (29 gennaio – 11 febbraio), le vendite tax free ai viaggiatori provenienti da Cina, Taiwan e Hong Kong sono aumentate del 4% in tutta Europa rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I dati provengono dallo Shopper Index Report di Planet, società che offre soluzioni integrate per i pagamenti internazionali, inclusi i servizi di rimborso IVA.

A dominare la classifica dei paesi europei durante la festività cinese è ancora una volta l’Italia. Secondo i dati elaborati da Planet, le vendite esentasse sono cresciute in Italia del 22% e dell’11% nel valore medio per singola transazione. Seconda in classifica la Germania, ma con un distacco netto rispetto all’Italia: +2% nelle vendite e +5% per lo scontrino medio.

I turisti che più si dedicano allo shopping tax free sono quelli provenienti dall’Oriente: al primo posto la Cina (+6% rispetto al 2018), al quarto il Taiwan (+14%). Completano la classifica dello shopping tax free in Italia i viaggiatori russi al secondo posto, i sudcoreani al terzo e gli statunitensi al quinto.

Oltre che dalla circostanza del Capodanno cinese, l’exploit italiano sembra favorito anche dalle difficoltà del vicino mercato francese. I quattro mesi di protesta consecutivi dei Gilet Gialli, infatti, iniziano a portare i primi importanti effetti negativi sull’andamento delle vendite tax free e sugli arrivi in Francia che registrano un calo, rispettivamente, del -14% e del -5%, favorendo il flusso d’arrivi in Italia.

Diventare meta prediletta di questi viaggiatori anche per trascorrere festività importanti del loro calendario, come nel caso del Capodanno cinese o del Thanksgiving statunitense, è indice del grande valore che viene riconosciuto al nostro paese” commenta Sara Bernabè, General Manager di Planet in Italia. “I retailer italiani devono sfruttare a pieno questa opportunità. Specialmente quest’anno, in virtù dei mutamenti geopolitici in atto in Europa, potranno godere di margini di successo nettamente superiori alla norma. La clientela internazionale verosimilmente aumenterà nei prossimi mesi: prepararsi ad accoglierla, offrendo esperienze di shopping tailor made, è la chiave per aumentare sensibilmente il proprio business.”

 

Fonte: Planet
Potrebbe interessarti:

 Sicilia, turismo: i dati di Global Blue sul tax free shopping nella Regione nel 2018 
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti