Tutti in Camper!: il progetto che realizza i sogni di chi non può viaggiare

Print Friendly, PDF & Email
tutti in camper!

 


Ad aprile parte “Tutti in Camper!”, la prima casa su ruote attrezzata per consentire viaggi altrimenti impossibili a persone immobilizzate e/o con collegamento ad ausili salvavita.Ad inaugurare il servizio gratuito offerto dall’associazione salentina 2HE nell’ambito del progetto solidale nazionale IO POSSO è una donna di nome Teresa che per il suo compleanno, il 10 aprile, sogna di poter finalmente aggiungere il santuario di Padre Pio a San Giovanni Rotondo FG.


É previsto il prossimo 10 aprile il primo viaggio di “TUTTI IN CAMPER!”, il servizio gratuito offerto dall’associazione salentina 2HE nell’ambito del progetto solidale nazionale IO POSSO, per consentire viaggi altrimenti impossibili a persone immobilizzate e/o con collegamento ad ausili salvavitaSi realizza grazie ad una vera e propria casa su ruote attrezzata per soddisfare le diverse necessità di chi è colpito da malattie fortemente invalidanti (come SLA, SMA, distrofie muscolari) o da esiti post-traumatici gravi, che nella maggior parte dei casi impediscono di allontanarsi da casa, spostarsi in treno, aereo o auto, o soggiornare in albergo.

 

I motori di “TUTTI IN CAMPER!” si accendono dunque per la partenza ufficiale. Dalla Campania alla Puglia, da Acerra NA a San Giovanni Rotondo FG, per realizzare il sogno di TERESA F. nel giorno del suo compleanno. Il suo desiderio di raggiungere il santuario di Padre Pio, in un viaggio con la sua famiglia, sta per diventare realtà. Per lei, colpita dalla SLA, sarà la prima vera uscita da casa dopo diversi mesi a letto.

 

Come previsto dal regolamento, il progetto “TUTTI IN CAMPER!” è completamente gratuito per gli utenti e i costi di ogni viaggio vengono coperti da specifiche campagne di raccolta fondi avviate da 2HE attraverso la piattaforma on-line “Buona causa”, grazie alla quale ciascuno può donare una cifra (piccola o grande) attraverso bonifico, carta di credito o PayPal.

 

Template by Pixartprinting

DETTAGLI progetto “TUTTI IN CAMPER!”

Si realizza grazie ad un vero e proprio motorhome da 10,5 metri, attrezzato con sollevatore, pedana idraulica, letto speciale, concentratore di ossigeno, servizio elettrico per il collegamento dei dispositivi salvavita, ecc., che 2HE ha deciso di rilevare, ristrutturare e destinare alla causa.

Gli spazi interni dello speciale camper sono adeguati per trasportare gli utenti in carrozzina, i loro familiari ed assistenti. La presenza di angolo cottura e bagno all’interno del mezzo permette di ottimizzare le pause e di risolvere il problema degli alloggi inadeguati.

Come funziona il servizio.

Quando un potenziale utente decide di rivolgersi al servizio “Tutti in camper!”, può contattare il referente attraverso il numero dedicato (333 266 1415) o scrivendo all’indirizzo camper@ioposso.eu. A partire dalle esigenze dell’utente, si stende un programma di viaggio valutando ogni aspetto (percorso, soste, pernottamenti, attrezzature specifiche necessarie, …) e si fa una stima del costo globale del viaggio in tutte le sue voci .

Una volta quantificato il budget necessario, è l’associazione 2HE che si fa promotrice di una campagna mirata di crowdfunding per raggiungere la cifra prevista. L’utente viene comunque responsabilizzato a diffondere la raccolta fondi tra i propri contatti e/o associazioni di riferimento. Raggiunta la cifra necessaria, il viaggio può iniziare.

Fonte: Ernest SPA

Potrebbe interessarti anche:

Pompei diventa accessibile anche ai disabili
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Recanati celebra Giacomo Leopardi

Roma. A Recanati proseguono le celebrazioni per il bicentenario dalla stesura de L’Infinito di Giacomo Leopardi. Inaugurerà il 29 giugno, nel giorno del compleanno del ...
Vai alla barra degli strumenti