5 castelli in Europa da non perdere: itinerario low cost

Print Friendly, PDF & Email

5 tra i castelli più suggestivi d’Europa in un unico viaggio, per di più low cost. È questo l’itinerario proposto da Omio, piattaforma online per prenotare viaggi in treno, autobus e aereo. Tra i castelli da non perdere: quello di Ambras con i dipinti di Tiziano e il castello della bella addormentata nel bosco.


I castelli sono luoghi fiabeschi e intrisi di magia, che da sempre affascinano grandi e piccoli. Arroccati su imponenti montagne o situati in centro città, circondati da magnifici giardini o immersi nelle foreste: ce ne sono di tutti i tipi. Omio (ex GoEuro), la piattaforma online che permette di cercare e prenotare viaggi in treno, autobus e aereo in tutta Europa, ha selezionato cinque tra i castelli più belli del continente europeo, creando un itinerario low cost che permette di visitarli tutti in un unico viaggio.

1. Castello di Ambras, Austria

Situato nell’omonimo quartiere a soli 4km dal centro di Innsbruck e circondato da sinuose colline, il castello di Ambras rappresenta una delle attrazioni più importanti della zona ed è facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici. La sua importanza storico-culturale è legata all’arciduca Ferdinando II, grande appassionato d’arte, mecenate e collezionista. All’interno del castello, disposta su tre piani, si trova la famosa galleria dei ritratti dei membri della casata degli Asburgo, con oltre 200 dipinti, alcuni dei quali realizzati da Tiziano, Van Dyck e Diego Velásquez. Di grande richiamo sono anche la Camera dell’arte e delle curiosità, l’armeria e la scenografica sala spagnola, con soffitto a cassettoni dorato e intarsiato. Completa lo splendido scenario del castello un grande parco in stile inglese, meta prediletta dagli abitanti di Innsbruck per le loro gite domenicali.

Itinerario: Milano-Innsbruck, bus a partire da 18€ – 5h45

2. Castello di Neuschwanstein, Germania

Considerato uno dei simboli della Baviera e utilizzato come modello da Walt Disney per “La bella addormentata nel bosco”, il castello di Neuschwanstein è il castello delle favole per eccellenza. Situata nei pressi di Füssen, vicino al confine con l’Austria, questa dimora fiabesca di quattro piani venne fatta costruire da Ludovico II di Baviera alla fine del XIX secolo. Lo stile richiama quello delle antiche residenze feudali tedesche, mentre le sale interne, riccamente arredate, sono un omaggio a Richard Wagner. La posizione del castello è estremamente scenografica: non solo è arroccato su una montagna a un’altitudine di quasi mille metri ed è circondato da una lussureggiante foresta, ma gode di un affaccio privilegiato su un altro castello voluto sempre da dal sovrano bavarese, quello di Hohenschwangau, situato esattamente di fronte. Inoltre, il castello è raggiungibile a piedi, tramite shuttle oppure in carrozza, proprio come nelle favole. La cittadina di Füssen rappresenta anche uno strategico punto di partenza per percorrere la Romantische Strasse (Strada Romantica), che si estende fino a Würzburg, passando attraverso pittoreschi paesi e luoghi ricchi di storia e cultura.

Itinerario: Innsbruck-Füssen, bus a partire da 5€ – 3h. Da Füssen il castello si raggiunge a piedi (circa 1 ora) oppure tramite i mezzi pubblici.

3. Castello di Schleißheim, Germania

A circa 25 km a nord di Monaco si trova la cittadina di Oberschleißheim, famosa per ospitare il castello di Schleißheim, antica residenza estiva dei regnanti bavaresi. Il complesso architetturale si compone di tre strutture: il castello vecchio (distrutto durante la Seconda guerra mondiale e successivamente ristrutturato), il castello nuovo e il castello di Lustheim, inseriti in uno dei più importanti giardini barocchi della Germania, con sculture e giochi d’acqua. Oggi all’interno del castello nuovo è ospitata una galleria di dipinti barocchi e sono presenti quadri dei fiamminghi Rubens e Van Dyck. Una curiosità: qui è stato girato il film I tre moschettieri (2011) di Paul W. S. Anderson, con Milla Jovovich, Orlando Bloom e Christoph Walz.

Itinerario: Füssen-Oberschleißheim, treno via Monaco a partire da 33€ – 2h40

4. Castello di Praga, Repubblica Ceca

Non necessariamente i castelli si trovano fuori città e sono difficilmente raggiungibili, anzi, ce ne sono alcuni situati proprio nel cuore del centro storico. Ne è un esempio il Castello di Praga, monumento iconico della capitale ceca costruito nel IX secolo e dal 1918 residenza del Presidente della Repubblica. Con i suoi quasi 70.000 metri quadrati di superficie, il complesso fortificato è il più grande castello a corpo unico del mondo e comprende al suo interno la Cattedrale di San Vito in stile gotico, l’Antico Palazzo Reale, la Basilica di San Giorgio, le quattro torri (Daliborka, Negra, Bianca e delle Polveri) e il Vicolo d’Oro, famoso per le sue case colorate e per i numerosi negozi di artigianato. Il castello è situato in posizione sopraelevata rispetto al resto della città, nel quartiere di Hradčany ed è raggiungibile a piedi o con il tram 22 dal centro di Praga.

Itinerario: Oberschleißheim – Praga, treno via Freising a partire da 74€ – 5h30

5. Castello di Peleș, Romania

L’ultima tappa del viaggio è Sinaia, borgo del distretto di Prahova, in Romania. Qui, lungo il percorso medievale che collega la Transilvania alla Valacchia, si trova il magnifico castello di Peleș, costruito a fine Ottocento per volere di Carlo I di Romania, il quale si ispirò allo stile dei castelli bavaresi. Oltre ad essere il primo castello elettrificato del continente, Peleș ospita la biblioteca reale e uno scenografico museo, dove è esposta una delle collezioni di dipinti più importanti d’Europa. Una nota: il castello è chiuso tutti gli anni a novembre per manutenzione. Non lontano da qui si trovano altri due castelli, quello di Pelisor e quello di Bran, conosciuto come dimora del conte Dracula.

Itinerario: Praga – Bucarest, volo a partire da 95€ – 2h40 + bus Bucarest-Sinaia a partire da 6€ – 2h30 Da Sinaia il castello è raggiungibile in circa 1 ora di cammino oppure tramite i mezzi di trasporto locali.  Sinaia-Milano, volo a partire da 29€ – 2h25

Fonte: Omio
Potrebbe interessarti: 

 Pasqua 2019 a Vienna: 4 mercatini da non perdere 
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti