Arte, arriva a Venezia il Festival dell’acquerello

Print Friendly, PDF & Email

Venezia protagonista del primo festival dell’acquerello dal 7 all’11 maggio: “Venezia in Acquerello”, che promuove e valorizza gli artisti e la tecnica della pittura ad acqua. Workshop di maestri acquarellisti aperti a tutti.


Acquerello, che passione. Dipingere con l’acquerello piace. Grandi e piccini, artisti e viaggiatori hanno sperimentato felicemente la tecnica che ha affascinato pittori come il Canaletto e sedotto protagonisti del Grand Tour come William Turner. E Venezia, città ritratta con la tecnica dell’acquerello in ogni epoca, diventa il palcoscenico del suo primo festival dell’acquerello, “Venezia in Acquerello”, che apre i battenti il 7 maggio 2019, come evento collaterale a “Fabriano in Acquerello”, il Convegno internazionale di pittura ad acqua su carta ideato dall’Associazione culturale InArte. Il Festival marchigiano si svolge dal 2010 a Fabriano, la città che ha dato i natali alla carta in occidente. Alla kermesse veneziana faranno da sfondo i suggestivi scenari di Burano, San Servolo e Campo SS. Giovanni e Paolo.

Workshop en plein air di pittura ad acqua su carta tenuti da maestri acquarellisti, che potranno essere seguiti da amatori, dilettanti, bambini e professionisti, porteranno Venezia a unirsi alla prestigiosa rete di città che promuovono l’incontro, la cooperazione e il confronto creativo fra gli artisti internazionali dell’acquerello. Seguendo questa filosofia “Fabriano in Acquerello” è da anni il punto di riferimento di una comunità artistica unica e internazionale.

Le attività del Festival si svolgeranno nel centro storico di Venezia, sull’Isola di Burano e nella meravigliosa Isola di San Servolo, e saranno organizzate dall’Associazione Futura Interdisciplinary View (FUTURA IV) in collaborazione con l’Associazione Barchetta Blu, la Scuola Primaria Statale Alfredo Di Cocco e l’Associazione Libri (e) Liberi.

“Venezia in Acquerello” promuove e valorizza gli artisti e la tecnica pittorica dell’acquerello, con una particolare attenzione all’innovazione e al coinvolgimento delle nuove generazioni. Gli eventi e le performance pensati dall’associazione FUTURA IV hanno come obiettivo quello di lanciare e incoraggiare un modello di sviluppo culturale integrato alla vita sociale della città di Venezia. Con questo spirito, il 9 maggio l’associazione FUTURA IV organizzerà una mostra incentrata sul concetto di Arte Relazionale presso Campo SS. Giovanni e Paolo.

L’esposizione, che segna idealmente la conclusione del Festival sarà ospitata all’interno della Basilica di SS. Giovanni e Paolo e sarà inaugurata da Bruno Bernardi, presidente della Fondazione Bevilacqua La Masa e direttore del MASVIC della Ca’Foscari Challenge School. La mostra verrà accompagnata dall’intervento musicale di un giovane talento veneziano emergente, il flautista Andrea Vecchiato.

Fonte: askanews

Potrebbe interessarti:
 Matera, cosa vedere e cosa fare? Guida per un weekend tra arte, sassi e calanchi.
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Ryanair acquista Malta Air

Roma. Ryanair Holdings ha annunciato lo scorso 11 giugno di aver preso accordi per l’acquisizione di Malta Air, una start up maltese, nella quale Ryanair ...
Vai alla barra degli strumenti