Boom turismo nelle città d’arte. Matera e Roma le prime della classe

Print Friendly, PDF & Email

Quest’anno tutti in vacanza. Dove? Matera.
La capitale d’Europa 2019 continua a guadagnare turisti e si prepara alla stagione estiva. In crescita anche il turismo nelle città d’arte, Roma fa da apri fila


Con ben 600 mila visitatori in più del 2017, il turismo nelle città d’arte in Italia sembra non conoscere crisi o ripercussioni, questo da quanto emerge dai dati del Centro Studi Turistici di Firenze e Assoturismo Confesercenti in occasione del lancio della 23/a Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte (Bologna 30 maggio-1 giugno).

Roma caput mundi: si conferma la meta regina del turismo italiano. Nel 2018 la Città Eterna ha registrato 15,2 milioni di arrivi e 36,6 milioni di pernottamenti con una crescita di 1,1 milioni sul 2017 e per una media di 2,4 notti a visitatore. A trainare i turisti stranieri, mai sazi di Roma.

Quasi tre turisti ‘culturali’ su quattro si concentrano nelle mete più conosciute: le prime 10 città d’arte d’Italia – Roma, Milano, Firenze, Venezia, Torino, Napoli, Bologna, Verona, Genova e Pisa – totalizzano oltre 84 milioni di presenze su 113,4 milioni.

Nonostante questo il 2018 è stato anche, in tutti i sensi, l’anno dei piccoli borghi: gli oltre 5.500 borghi italiani hanno registrato lo scorso anno 22,8 milioni di arrivi e 95,3 milioni di presenze, per una spesa turistica complessiva stimata in circa 8,8 miliardi di euro, di cui il 57,3% dovuta a turisti stranieri.

Proprio nei piccoli borghi, come per le città d’arte, sono proprio i visitatori che vengono da fuori l’Italia a dare il maggior contributo alla crescita: l’ottimo risultato dello scorso anno conferma un periodo prolungato di crescita del turismo culturale in Italia.

Fiore all’occhiello? Tra le principali località di interesse, a registrare la performance migliore in questo periodo è stata Matera, con un aumento boom del 176% delle presenze negli ultimi sette anni, dovuto soprattutto alla domanda straniera.
Nella top 5 delle città d’arte a maggior crescita turistica seguono Napoli, Verona, Bologna e Padova.

Il lungo periodo positivo del turismo delle città d’arte ha portato anche ad un incremento eccezionale delle attività ricettive, tra posti letto disponibili e un aumento dell’offerta extralberghiera. In più, la crescita di visitatori nei musei, monumenti e aree archeologiche statali. In salita anche gli introiti dei musei che, al lordo della quota spettante al concessionario del servizio biglietteria, sono quasi raddoppiati.

Insomma, viaggiare a quanto pare non passa mai di moda. E l’Italia, soprattutto, non stanca mai.
Vacanze alle porte, è ora di scegliere la prossima meta.

Fonte Ansa

Potrebbe Interessarti:

Pasqua 2019: Matera è la meta più trendy per Airbnb
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Sfregio di un turista al Colosseo

Roma. Ennesimo sfregio ai danni del Colosseo. Il colpevole è un turista diciasettenne che è stato sorpreso dai Carabinieri. Un turista è stato sorpreso dai ...
Vai alla barra degli strumenti