Commercio, approvate le modifiche al Regolamento per l’esercizio delle attività commerciali e artigianali nella Città Storica

Print Friendly, PDF & Email

Approvate stanotte dalla Giunta capitolina modifiche al Regolamento per l’esercizio delle attività commerciali e artigianali nella Città Storica (delibera n.47 del 2018) per renderne più fluida l’applicazione.
Novità che, mantenendo l’impianto originario, delineano un quadro di norme più chiaro e definito, frutto di un attento confronto con gli operatori e le associazioni di categoria coinvolte e di uno studio maggiormente approfondito del territorio.
Carlo Cafarotti, assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro, esprime soddisfazione per aver migliorato un provvedimento fondamentale per tutelare il centro storico di Roma ed eliminare criticità applicative per l’avvio di attività di pregio rilevate nella stesura precedente.
Il Regolamento aggiornato introduce modalità alternative alla dimostrazione del requisito di professionalità per l’apertura delle attività tutelate, come la specifica esperienza professionale nell’attività di riferimento o il conseguimento di attestato di abilitazione professionale riconosciuto dagli enti preposti.
Rispetto agli arredi negli esercizi del settore alimentare che prevedono consumo sul posto, sono stati meglio precisati i criteri per favorire una corretta applicazione della norma.
Quanto al subingresso, resta valido lo stop per le attività vietate, mentre è ammesso in quelle non tutelate fino a definitiva cessazione. Sempre consentito, invece, in quelle tutelate.
Ulteriore modifica, la possibilità per gli operatori di svolgere congiuntamente le attività tutelate, unendo nello stesso esercizio commercio e artigianato.
Secondo l’Assessore Cafarotti il regolamento rivisto è solido in quanto riesce a coniugare decoro, legalità e sviluppo delle imprese.

 

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Roma

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti